Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le garanzie atipiche e il pegno rotativo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Immediato il richiamo, e la conferma di questa lettura, all'art. 2786, 1° comma, c.c.: «Il pegno si costituisce con la consegna al creditore della cosa o del documento che conferisce l'esclusiva disponibilità della cosa», principio che: «subordina palesemente la costituzione del pegno allo spossessamento del datore della garanzia» 18 . Ma per capire come invece la dottrina, che prevedeva la non necessaria perdita del possesso da parte del debitore del bene oggetto delle garanzia reale, sia riuscita a erodere il principio suindicato, occorre fare un passo indietro. Alla fine dell'800 si introdusse in Italia una regolamentazione del pegno che fu quasi totalmente ispirata dal modello francese, con la conseguenza che anche la dottrina si adeguò a recepire le interpretazioni prevalenti di quella d'oltralpe relative alla disciplina del code civil. Infatti così come in Francia, anche in Italia si presentò il problema ai primi commentatori della assoluta laconicità del dato normativo, che tacevano sui presupposti e le modalità dello spossessamento, con la conseguenza che nell'idea di trovare tecniche adeguate sostitutive del precetto ex. art. 2076 code civil, ci si doveva confrontare con l'individuazione della funzione del trasferimento del possesso al creditore. Si riconosceva infatti allo spossessamento la funzione di pubblicità di fatto e si ribadiva pertanto la necessita di rendere 18 P. Piscitello, op. cit., pag. 169

Anteprima della Tesi di Stefano Andrea De Paola

Anteprima della tesi: Le garanzie atipiche e il pegno rotativo, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Stefano Andrea De Paola Contatta »

Composta da 166 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6270 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.