Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le garanzie atipiche e il pegno rotativo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

evidente l'esistenza del vincolo sul bene 19 . Ma come evidente, era in tal modo sensibilmente limitata la possibilità di costituire garanzie reali su beni aziendali, in quanto la lettura rigorosa del precetto escludeva sia la ammissibilità del permanere dei beni vincolati presso i stabilimenti o i magazzini del datore di garanzia sia la loro utilizzazione nell'attività d'impresa. In più tale impostazione era alla base dell'interpretazione restrittiva della disciplina delle costituzione del pegno mediante consegna ad un terzo, condizionata infatti dall'eliminazione di ogni collegamento apparente con il costituente la garanzia 20 . Nonostante tali considerazioni fossero quelle prevalenti, negli anni immediatamente successivi alla codificazione era comunque presente la consapevolezza che la pretesa funzione di pubblicità dello spossessamento non trovava alcun riscontro nella vigente disciplina 21 . «E tale orientamento peraltro continuò a trovare diversi e autorevoli sostenitori che consideravano necessarie ed al tempo stesso sufficienti per la costituzione del pegno forme di traditio attenuata, ritenendo che lo spossessamento non dovesse essere di per sé evidente, ma solo effettivo, in modo che ai creditori fosse possibile accertare con l'ordinaria diligenza che determinati beni erano sottratti alla garanzia generica» 22 . 19 v. Galdi, Trattato del pegno civile e commerciale ed anticresi, Napoli, 1900, pag. 67; F.Ricci, Corso teorico – pratico di diritto civile, IX, Dei contratti in specie, Torino, 1886, pag. 456. 20 F. Ricci, op. cit., pag. 456 21 Borsari, Commentario al codice civile, IV, Torino, 1881, pag. 261 22 Le parole sono di P.Piscitello, op. cit., pag. 173 che si rifà a Dusi, op. cit., pag. 13, il quale porta come esempio la consegna delle chiavi, in quanto considerata idonea tecnica di costituzione della garanzia, dato che impediva al costituente di disporre dei beni.

Anteprima della Tesi di Stefano Andrea De Paola

Anteprima della tesi: Le garanzie atipiche e il pegno rotativo, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Stefano Andrea De Paola Contatta »

Composta da 166 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6270 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.