Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le garanzie atipiche e il pegno rotativo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo I IL PEGNO ROTATIVO NELLA TEORIA DELLE GARANZIE REALI L’esperienza comparatistica L'esigenza di predisporre fattispecie compatibili con i mezzi di finanziamento esterno all'impresa è stata recepita in numerose esperienze giuridiche straniere, attraverso numerose forme di garanzia, le quali si presentano accomunate da un substrato omogeneo «in ragione della omogeneità delle cause economiche che, con l'avvento della società industriale ne hanno favorito e condizionato l'evoluzione». Lo schema base è preso in prestito dalla vendita con riserva della proprietà, contratto mediante il quale si posticipa il trasferimento all'integrale pagamento del prezzo, e che sostanzialmente è qualificabile come «una clausola di garanzia che conferisce al venditore il potere di rivendicare il bene in caso di risoluzione del contratto per inadempimento del compratore» 1 e di fatto come una garanzia che non impedisca il godimento del bene da parte dello stesso. E' quindi di particolare importanza la funzione di garanzia 1 Bianca, La vendita e la permuta, in trat.dir.civ. diretto da Vassalli, Torino, 1993 pag. 584

Anteprima della Tesi di Stefano Andrea De Paola

Anteprima della tesi: Le garanzie atipiche e il pegno rotativo, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Stefano Andrea De Paola Contatta »

Composta da 166 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6270 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.