Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dalla scrittura alle immagini. Porte aperte: il romanzo di L. Sciascia e il film di G. Amelio.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 stile della pagina, sarebbe la riscrittura identica del testo. Sklovskij, invece, esorta a non provarci neppure, sostenendo che: "Se è impossibile esprimere un romanzo con parole diverse da quelle con le quali è stato scritto, se non si possono modificare i suoni di una poesia senza modificarne l'essenza, ancora meno si può sostituire una parola con un'ombra grigio-nera balenante sullo schermo." 11 Fatta questa doverosa premessa, possiamo ora fare alcuni esempi di film che, nella nostra accezione di Fidelity, rientrano a pieno titolo in questa categoria. Essi sono: Il diario di un curato di campagna, diretto da R. Bresson e tratto dall'omonimo romanzo di Bernanos, e Il fù Mattia Pascal, diretto da M. L'Herbier e tratto dalla celebre opera di Pirandello. Per comprendere meglio queste tre tipologie d’adattamento, crediamo sia utile esaminare in modo abbastanza approfondito uno dei film citati per ogni categoria, cercando di comprenderne le modalità di trascodificazione generali nel particolare del caso trattato. 11 E. Camuzio, Sciascia e la Sicilia, Cineforum n. 325, 1993, pag. 62.

Anteprima della Tesi di Clementina Savino

Anteprima della tesi: Dalla scrittura alle immagini. Porte aperte: il romanzo di L. Sciascia e il film di G. Amelio., Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Clementina Savino Contatta »

Composta da 145 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7662 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.