Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sensori per tetraidrofurano e metanolo: dal modello alla caratterizzazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Questa � la riflessione di Bragg e il piano nello spazio k formato dalle punte dei vettori k b che soddisfano (1-1-12) � detto piano di Bragg, vedi fig.1-1-1 b. Quando il vettore d�onda k b dell�elettrone incidente soddisfa (1-1-12), la sua componente in direzione K � uguale a K/2. La componente del vettore d�onda dell�onda riflessa in direzione di K � �K/2. La componente del vettore d�onda parallelo al piano di Bragg non cambia. Quindi il cambiamento complessivo del vettore d�onda � uguale a K. Come mostrato in precedenza ci� porta ad una interferenza costruttiva dell�onda elettronica incidente con quella riflessa dai piani del cristallo separati da vettori a tali da soddisfare (1-1-5). I piani di Bragg determinano quali funzioni d�onda elettroniche, ossia quali stati elettronici, sono fortemente influenzate dalle riflessioni da piani cristallini. Queste funzioni d�onda con vettori d�onda k b determinati dall�equazione (1-1-12) sono maggiormente influenzate dal potenziale del cristallo delle funzioni d�onda con altri valori di k. I piani di Bragg formano i bordi delle zone di Brillouin. La forma delle zone di Brillouin di ordine superiore al primo � alquanto complicata, per questa ragione gli stati energetici di un cristallo sono solitamente indicati usando i vettori d�onda nella prima zona. La prima zona di Brillouin per le strutture cubica a facce centrate, diamante e zinco blenda � la stessa (vedi figura 1-1-2). Questo perch� le tre strutture sono formate a partire dal reticolo cubico a facce centrate posizionando una differente base atomica nei nodi del reticolo. L�energia dell�elettrone � funzione di k x , k y e k z che variano all�interno della prima zona, ma il plot quadridimensionale non � rappresentabile. Fig.1-1-2. La prima zona di Brillouin per le strutture cubica a facce centrate, diamante e zinco blenda. Sono mostrati anche i punti e le direzioni di simmetria della prima zona di Brillouin.

Anteprima della Tesi di Cesare Malagu'

Anteprima della tesi: Sensori per tetraidrofurano e metanolo: dal modello alla caratterizzazione, Pagina 7

Tesi di Dottorato

Dipartimento: Fisica

Autore: Cesare Malagu' Contatta »

Composta da 114 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2174 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.