Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Evoluzione del trasporto aereo e accordi tra aerolinee: dalla deregolamentazione al dopo 11 settembre

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

notevolmente i costi operativi dei vettori stessi (l'avvento dei velivoli a getto aveva da solo contribuito ad abbattere i costi operativi dei velivoli del 35% 1 ), il CAB impose di mantenere le tariffe pressoché invariate per circa un ventennio, salvo che per i previsti aumenti dovuti al tasso annuo di inflazione. In tal modo, grazie ad una crescita consistente del reddito pro capite registratasi in quegli anni, l'aereo divenne accessibile ad una sempre più larga fascia di popolazione, al punto da divenire per gli americani il veicolo di trasporto per eccellenza, indispensabile per gli spostamenti all'interno del Paese. Paradossalmente però il CAB, pur inibendo la competizione sui prezzi, incoraggiava quella sui programmi di volo: in altre parole le compagnie aeree, non potendo agire sulla riduzione delle tariffe, cercavano di sottrarre passeggeri ai vettori rivali offrendo più voli (il CAB non poneva infatti rigidi vincoli di capacità ad un vettore in possesso di regolare autorizzazione per l'esercizio di una certa rotta), più aerei, più “frivolezze” (frills), come ad esempio pasti da gourmet serviti a bordo. Secondo alcuni questo conduceva ad un aumento non controllato dei prezzi, poiché gli aumenti di profitto dovuti ad un eventuale incremento delle tariffe venivano dissipati dalle aerolinee per aumentare il numero di voli o dei servizi offerti al passeggero. Peraltro, dal momento che non erano poi presenti vaste economie di scala, compagnie minori, come la NORTHWEST e la CONTINENTAL, operavano con utili vicini a quelli di giganti come la TWA. Ciò nonostante i profitti tendevano nel complesso ad essere scarsi: “tra il 1960 ed il 1975 essi raggiunsero il livello massimo del 10% solo in cinque dei quindici anni considerati” 2 . 1 Cfr. VALDANI E., JARACH D., Compagnie Aeree & Deregulation, Milano, E.G.E.A., 1997, p.13. 2 Cfr. MANSFIELD E., Microeconomia, Bologna, Il Mulino, 1988, p.367.

Anteprima della Tesi di Luca Varriale

Anteprima della tesi: Evoluzione del trasporto aereo e accordi tra aerolinee: dalla deregolamentazione al dopo 11 settembre, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Luca Varriale Contatta »

Composta da 320 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6506 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 36 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.