Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'impossibilità del negativo. Il problema del nichilismo in Fedor M. Dostoevskij

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 renderli solo un momento nella storia della filosofia. Il nichilismo non va normalizzato. Neppure il nichilismo va mascherato da filosofia inaccessibile. La posizione che qui si assume è che il nichilismo vada vissuto e sperimentato personalmente, reso tempo e rottura del tempo, memoria e infinito schiudersi delle possibilità. Sono queste stesse considerazioni che aprono lo studio ad un autore, filosofo, romanziere, drammaturgo, che dà alla nostra problematica la necessità di pensarsi nel movimento della vita. Di quest’autore, Albert Camus, seguiremo il percorso, attraverso le sue opere, per comprendere-scoprire il passaggio che ci porterà dalla critica nietzschiana, dalla “trasvalutazione di tutti i valori” all’analisi del nichilismo (dei nichilismi), alla “linea” heideggeriana fino al punto estremo di non-ritorno della possibilità di oltrepassare quella “linea”, di aprire la porta. Noi l’apriremo non perché riterremo conclusa e risolta la questione del nichilismo, ma perché riteniamo impellente decidere il da farsi per le nostre vite, piuttosto che stare in bilico sulla soglia, imbrigliati in un infinito ritornare sui propri passi del pensiero, sicuri che la risoluzione di andare oltre la porta non significhi raggiungere uno stato di certezze, ma rimanere ancora in errante equilibrio su un filo, l’unico percorso che si prospetta. E’ per questo motivo che risulterà chiaro che, per chi scrive, questo lavoro si presenta come una necessità. E’ innegabile che oltre all’interesse speculativo vi sia la concretezza di una domanda che ha nel vissuto le proprie radici: come vivere dopo aver raggiunto “la linea” del nichilismo? Quale rapporto con se stessi (troveremo interessante conferma di questo interrogativo e delle prime risposte ne Il mito si Sisifo di A. Camus), quale libertà, quale confronto con “l’altro” (anche qui una conferma e una risposta ne La peste e ne L’uomo in

Anteprima della Tesi di Antonio Spinelli

Anteprima della tesi: L'impossibilità del negativo. Il problema del nichilismo in Fedor M. Dostoevskij, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Antonio Spinelli Contatta »

Composta da 266 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7063 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.