Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Leggo City in Metro. Viaggio nel fenomeno della free press

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

gioco, fonte di incertezza e destabilizzazione per i vecchi media. 26 L’innovazione tecnologica costituisce per il giornalismo una straordinaria risorsa, un’opportunità di trasformare la professione, di fare nuova informazione, di migliorare la qualità comunicativa, di raggiungere nuovi segmenti di pubblico. Eppure, le nuove tecnologie sono causa di incertezza e di insofferenza per molti giornalisti. Una ricerca del Censis sottolinea che il 40% dei 180 giornalisti intervistati considera le innovazioni tecnologiche come una minaccia della professione. 27 Le nuove Ict hanno “annullato la barriera spazio- tempo e riconfigurato la geografia degli spazi fisici e sociali”, 28 rivoluzionando ruoli e competenze professionali. I giornalisti, disorientati, devono affrontare problematiche legate alla: perdita del privilegio nell’accesso e nel controllo diretto delle fonti; la fine della centralità della funzione giornalistica vecchia maniera […]; la necessità di sviluppare nuovi linguaggi e dimensioni comunicative dominate dalla pratica della multimedialità; l’integrazione con competenze tecnologiche e di gestione dell’interfaccia; la rinuncia alla scrittura colta, letteraria, impegnata e isolata, scarsamente compatibile con l’ambiente di rete”. 29 La carta stampata sembra, dunque, risentire molto delle profonde metamorfosi tecnologiche di questi anni. Fattori di turbolenza hanno contemporaneamente “aggredito” il prodotto giornalistico mettendo in gioco la funzione del quotidiano nel panorama comunicativo attuale. Il giornale ha dovuto affrontare problemi inediti concernenti le trasformazioni dei sistemi produttivi e distributivi, la concorrenza di nuovi soggetti sul mercato, la convergenza e specializzazione dei contenuti, le possibilità di integrazione nell’ambiente on line, l’utilizzazione di un linguaggio semplice e immediato. Nonostante le molteplici difficoltà, Internet resta un potenziale straordinario per l’industria della comunicazione e dell’informazione. Gli effetti di questa rivoluzione tecnologica si ripercuotono anche sulle forme del consumo culturale. I dati ISTAT e IARD più recenti rivelano una trasformazione nelle pratiche di fruizione del pubblico che si orientano, sempre più, verso la multimedialità e la 26 Su questo argomento cfr. E. S. Herman e R. W. McChesney, The Global Media. The new missionaries of corporate capitalism, London, Cassel, 1997 27 Si veda Fondazione Censis, Primo rapporto sulla comunicazione i Italia, Roma, 2000. 28 M. Morcellini, “Il difficile racconto del mutamento: la crisi di relazione tra giornalismo e società italiana”, cit., p. 35 29 Alberto Marinelli, “I media a stampa e le tecnologie digitali: cronaca di una morte annunciata (e mai avvenuta), in M. Morcellini e G. Roberti (a cura di), Multigiornalismi, p. 45

Anteprima della Tesi di Arianna Fabiana De Chiara

Anteprima della tesi: Leggo City in Metro. Viaggio nel fenomeno della free press, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Arianna Fabiana De Chiara Contatta »

Composta da 160 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12494 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 52 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.