Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Maastricht: la legittimità della costruzione europea nel dibattito tedesco

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1. Analisi della sentenza su Maastricht del 12 ottobre 1993 della Corte costituzionale tedesca. 1.1 Struttura della sentenza. La Corte Costituzionale tedesca respinge con la sentenza del 12 ottobre del 1993 i due ricorsi depositati da Manfred Brunner, (l’ex capo di gabinetto del commissario tedesco europeo Martin Bangemann) e da quattro membri del Parlamento europeo che reclamavano la violazione della Grundgesetz (GG), a causa della Legge di revisione di alcuni articoli costituzionali del 21 Dicembre del 1992 e della ratifica del Trattato di Maastricht del 28 Dicembre 1992 1 . Questa sentenza ha permesso la ratifica del trattato di Maastricht della Germania il 1 novembre 1993. 2 Il testo è suddiviso in quattro parti; la prima riguarda l’analisi del Trattato di Maastricht e dei conseguenti emendamenti alla Costituzione tedesca. La Corte, innanzitutto, delinea le novità e le modifiche principali che il Trattato apporta alle competenze e alle strutture comunitarie ed inoltre riporta le modifiche che hanno subito alcuni degli articoli più significativi della Costituzione tedesca. Dopo aver evidenziato l'oggetto di entrambi i ricorsi, la sentenza prosegue con la descrizione delle motivazioni che hanno indotto i querelanti a denunciare le violazioni, che a parer loro, subirebbe la Grundgesetz. La seconda parte si concentra sull’analisi dell’ammissibilità dei singoli ricorsi, basata sulla regola che un reclamo costituzionale è ammissibile solo se il querelante dimostra che abbia subito una violazione diretta ed immediata di un diritto, conseguente all’atto sovrano contestato. 3 A tal fine il querelante deve presentare dimostrazioni sufficienti della violazione subita. Secondo questo criterio l’unico ricorso accettato dalla Corte costituzionale è il primo di Manfred Brunner, ossia quello riguardante la 1 BGBl. II 1992, p. 1251 2 La repubblica federale tedesca è stata l’ultimo Stato membro dopo Danimarca e Gran Bretagna ad aver ratificato il Trattato di Maastricht. 3 Art. 93, par. 1 GG.

Anteprima della Tesi di Cristina Fato

Anteprima della tesi: Maastricht: la legittimità della costruzione europea nel dibattito tedesco, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Cristina Fato Contatta »

Composta da 175 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4244 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.