Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gestire i dati per conoscere il cliente: utilizzo di database, data warehouse e data mining. Il caso Aton srl

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3a) Orientamento alla produzione (1920 - 1930): questo orientamento si sviluppa nelle fasi iniziali dell’industrializzazione quando la focalizzazione è rivolta all’organizzazione del lavoro e alle nuove tecnologie da adottare per poter sfruttare le economie di scala; il punto di forza è difatti rivestito dalla tecnologia che persegue come obiettivo, in perfetta sintonia appunto con le economie di scala, la diminuzione dei costi medi unitari e l’aumento dei volumi, in sintesi l’efficienza produttiva. Il prodotto è omogeneo e con caratteristiche essenziali, c’è una customizzazione di massa visto che il cliente, ancora poco informato e con reddito nella media abbastanza limitato, è insensibile a qualità, comunicazione e marca, lo è invece molto di più alle variazioni di prezzo. L’offerta non è comunque in grado di seguire la domanda, i volumi prodotti sono ancora insufficienti. In questa prospettiva l’approccio di marketing è molto limitato nelle sue potenzialità dato che la produzione è in grado di rispondere solo in modo rigido alle esigenze del mercato. Emblematica a riguardo risulta questa frase del periodo: “…scegliete qualsiasi colore purché sia nero” [ Henry Ford ]. b) Orientamento al prodotto (1930 - 1940): la differenza che subito balza agli occhi rispetto all’orientamento precedente è data dal fatto che il mercato diventa “del consumatore”, dotato di maggior reddito e conoscenze, e che l’offerta supera la domanda. Quest’ultima pretenderà quindi un prodotto più sofisticato e differenziato, anche se solo in base a parametri tecnici e qualitativi. Il consumatore viene sì considerato, ma solo come “ipotesi - dato” indicato dall’azienda e non in base a tutte le caratteristiche e sfaccettature che in realtà lo caratterizza. La focalizzazione è sui profitti percepiti attraverso la ricerca di una qualità migliore rispetto ai concorrenti; è il prodotto il punto di forza dell’azienda e il ruolo del marketing è, ancora una volta, marginale. c) Orientamento alle vendite (1940 - 1955): è in questa fase che il marketing assume un ruolo decisamente più importante. La domanda non è ancora molto complessa ma, alle aziende, è comunque richiesto uno sforzo dal lato delle attività promozionali visto che il potenziale cliente risulta più influenzato da diminuzioni di prezzo e attività pubblicitaria piuttosto che dalle reali differenziazioni tecniche del

Anteprima della Tesi di Monica Calesso

Anteprima della tesi: Gestire i dati per conoscere il cliente: utilizzo di database, data warehouse e data mining. Il caso Aton srl, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Monica Calesso Contatta »

Composta da 195 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4516 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.