Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I valori e il processo decisionale nelle organizzazioni

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

La genesi dei valori rimanda alla strutturazione dell’identità stessa del soggetto ed è in continua evoluzione. Il modello di acquisizione di nuovi valori si avvicina all’acquisizione piagetiana di conoscenza (Miller, 1987): il soggetto tenta di ricondurre i nuovi elementi a strutture pregresse (assimilazione) e, se la divergenza è troppa, modifica tali strutture/valori o ne crea di nuove (accomodamento). Perché i valori orientano la presa di decisione e quindi l’azione? Perché il soggetto tende costantemente a mantenere la coerenza tra i propri comportamenti e le convinzioni sulla sua identità e sull’ambiente. Potremmo anche dire che il soggetto tende a limitare l’entropia e a mantenere l’omeostasi nel sistema uomo (von Bertalanffy, 1971). Rokeach (1979) parla di funzioni psichiche dei valori riferendosi a un insieme comprensibile di regole che guidano l’agire, ad una valutazione e a una giustificazione delle stesse. I valori guidano la comparazione sé-altri, soddisfano i bisogni di adattamento e di realizzazione personale, contribuiscono al mantenimento dell’identità di sé. Ad un livello superiore, invece, i valori di gruppo danno significati e fini all’agire e garantiscono identità e coesione. Più la situazione decisionale è caratterizzata da ambiguità o scarsità d’informazioni e maggiore è il peso del sistema dei valori sull’azione.

Anteprima della Tesi di Maria Cristina Perica

Anteprima della tesi: I valori e il processo decisionale nelle organizzazioni, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Maria Cristina Perica Contatta »

Composta da 214 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8895 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.