Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Carta di Nizza e i rapporti di lavoro

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo I Parte generale: la Carta di Nizza I.I Iter storico: dal Trattato di Roma alla promulgazione della Carta I.I.I Dalle origini della Comunità al Trattato di Maastricht E’ cosa evidente che il processo d’integrazione europea iniziato negli anni ’50 aveva in origine una finalizzazione essenzialmente economica. Le preoccupazioni sociali che si potevano cogliere nel Trattato di Roma erano relegate sullo sfondo, mentre tutto lo sforzo progettuale era diretto alla ripresa economica attraverso il miglioramento dell’efficienza dei meccanismi competitivi. Per i padri fondatori della Comunità europea “le preoccupazioni sociali erano seconde rispetto a quella di promuovere un grande mercato unificato, fondato sulla concorrenza” 1 . Lo status di minorità giuridico-istituzionale dei diritti fondamentali rispetto alla costituzione economica comunitaria dipese non solo dalla decisione di favorire un’economia aperta ed in libera concorrenza, ma anche dalla scelta di considerare ogni stato nazionale 1 M. ROCCELLA – T. TREU, Diritto Del lavoro della Comunità europea, Padova, CEDAM, 1997.

Anteprima della Tesi di Giovanni Luca Bertone

Anteprima della tesi: La Carta di Nizza e i rapporti di lavoro, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giovanni Luca Bertone Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5130 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.