Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Accertamento negoziale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

fossero subordinati alla conoscenza che il soggetto abbia della situazione giuridica rilevante e quindi ad una nozione adeguata delle norme giuridiche, dei fatti giuridici e degli effetti giuridici, l’ordinamento giuridico non avrebbe possibilità di funzionare, perché il soggetto non sarebbe mai in grado di avere I valori giuridici sono oggettivi e prescindono al soggetto conoscente. Dalla parte opposta deve tenersi conto dell’altro principio, secondo cui il fatto della conoscenza rappresenta un mezzo indispensabile e obbligato nel processo di realizzazione dei valori giuridici. Infatti., la principale possibilità di realizzazione del diritto deve rimanere affidata alle forze della libertà umana illuminata dalla conoscenza. Le norme giuridiche non possono operare senza una base di conoscenza; così come senza una base di conoscenza nessuna realizzazione dei valori giuridici può essere garantita. Il diritto risolve il contrasto tra i due principi: costruendo un sistema di rapporti che li coordina in un’armonica coesistenza. Per tanto i due principi dell’oggettività del diritto e della soggettività della conoscenza trovano un piano di conciliazione nel comprensivo principio in forza del quale determinati fatti oggettivi, prendendo rilievo nell’immediato ambiente e campo di vita del soggetto, causano il fatto soggettivo della conoscenza. Una tipica mescolanza di profili soggettivi ed oggettivi si trova nell’accertamento, nel quale prevale il momento oggettivo che risponde ad esigenza generale dell’ordinamento giuridico. Nell’accertamento, come in ogni altro processo della realtà, la dottrina 1 distingue tre momenti, o stadi: L’inizio, lo svolgimento e il termine. Dallo stadio iniziale di incertezza si deve pervenire, attraverso lo stadio mediano rappresentato dall’attività di accertamento, allo stadio finale della situazione di certezza. Ciascuno di questi tre stadi potrebbe essere considerato dal diritto sotto i due profili soggettivo ed oggettivo, ma la considerazione dei fenomeni di accertamento, dimostra che l’ordine giuridico, pur richiedendo taluni essenziali elementi, configura l’istituto dell’accertamento su basi essenzialmente oggettive. La 1 Falzea, A. Accertamento – Teoria generale. In “Enciclopedia del diritto” Milano 1958

Anteprima della Tesi di Antonio Di Lallo

Anteprima della tesi: Accertamento negoziale, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Antonio Di Lallo Contatta »

Composta da 44 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3035 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.