Skip to content

La presenza musulmana nel Friuli-Venezia Giulia: tra reminiscenza storica e nuova immigrazione

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
11 1.1) La Sicilia e la dominazione araba L’insediamento arabo in Sicilia durò stabilmente per oltre due secoli; rispetto le altre conquiste arabe si trattò di una invasione affatto fulminea, tanto che quasi vi fu impiegato lo stesso tempo occorso all’affermazione su tutta la costa nord dell’Africa, mentre meno della metà fu sufficiente affinché l’isola venisse perduta 21 . Fu quindi conquista e perciò storia di conflitto, ma anche esempio di convivenza, i cui risultati positivi possono essere rintracciati già all’epoca 22 , così come soprattutto nei numerosi segni architettonici e artistici, che in Sicilia testimoniano a tutt’oggi questa parte di storia e cultura 23 . Il primo sbarco documentato sull’isola avvenne nel 652, sotto la guida di Mu’awiya ibn Hudaig 24 , e per tutto il resto della seconda metà del settimo secolo, nel quadro dello scontro tra la resistenza bizantina e l’espansione araba in Africa, seguirono molte altre incursioni non solo verso la Sicilia ma anche verso la Sardegna 25 ; dalle cronache dell’epoca ci giunge ancora la notizia di una spedizione in Sicilia meglio organizzata nel 740, ma anche questo tentativo non ebbe successo e gli uomini dovettero ritirarsi a causa dell’esplodere della rivolta berbera nel nord Africa 26 . 21 Vedi Gabrieli, F., Scerrato, U., op. cit., p.35 22 Alcuni positivi riscontri furono l’incremento urbanistico di alcune città, lo sviluppo dei traffici mercantili, i miglioramenti in campo agricolo, di cui importante segno fu il frazionamento del latifondo, così come la convivenza tra arabi e autoctoni, che si espresse anche nelle opere di importanti arabi siciliani che ebbero peso nel panorama culturale e giuridico islamico; tra questi, Ibn al-Qatta ( 1041-1121), Ibn al-Fahhàm ( 1030-1122), e Ibn Makki dell’XI secolo. Vedi Rizzitano, U., op. cit., pp. 122, 170-176, 190, 198 23 Per la trattazione del tema dell’arte islamica, come ancora degli influssi positivi della presenza araba in Sicilia, vedi Gabrieli, F., Scerrato, U., op. cit. 24 Vedi Amari, Michele, “Storia dei musulmani di Sicilia”, Romeo Prampolini Editore, Catania, 1935, vol. I p. 194; Gabrieli, F., Scerrato, U., ibidem 25 Nell’Amari viene ricordata l’incursione del 669 a Siracusa, in particolare riguardo un documento coevo di un monaco Benedettino, che scrive di “…sanguinosa strage nel monastero dell’Ordine a Messina…”, su cui l’autore avanza alcune perplessità riguardo la veridicità della memoria del fatto, in base all’analisi del teso. Sull’incursione scrive “Le memorie europee dicono concordemente ch’essi irruppero in Siracusa con molta strage, che i cittadini si rifuggirono nelle montagne e nelle rocche più munite dell’isola e che il nemico ritornò in Alessandria portando via grandissima preda; tra le altre cose il bronzo e le immagini che Costante avea tolte in Roma” in Amari, M., ibidem, p. 216 26 “Apparecchiate assai maggiori forze che per l’addietro, e fattene venire anco di Spagna, Ubayd Allah le affidava ad Habibi e scagliavale un’altra fiata su la Sicilia, con evidente disegno di conquisto…Sbarcato Habibi del 122 (740) a rafforzatosi com’ei pare in campo…mandava intorno i cavalli col proprio figliuolo Abd ar-Rahman; il qual ruppe quanti gli veniano allo scontro, e corse vittorioso in Sicilia, dicono i cronisti musulmani, più largamente che niun altro condottiero. Apprentatosi sotto le mura di Siracusa, Abd ar-Rahman sconfisse le genti uscite a combatterlo; strinse d’assedio la città, e spiovvi tanto terrore, che un dì poté cavalcare egli stesso fino una porta, e percossala con la spada in atto di minaccia, lasciovvi il segno. Calaronsi infine i cittadini a pagare una taglia. Doma la capitale, Habib volgeasi a soggiogare il rimanente dell’isola; quando fu
Anteprima della tesi: La presenza musulmana nel Friuli-Venezia Giulia: tra reminiscenza storica e nuova immigrazione, Pagina 11

Preview dalla tesi:

La presenza musulmana nel Friuli-Venezia Giulia: tra reminiscenza storica e nuova immigrazione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Vergani
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Ottavia Schmidt di Friedberg
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 252

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

friuli venezia giulia
immigrazione
islam
integrazione degli immigrati
comunità islamiche
comunità musulmane

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi