Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La presenza musulmana nel Friuli-Venezia Giulia: tra reminiscenza storica e nuova immigrazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 traduzione del titolo arabo per esteso, “Sollazzo per chi si diletta di girare il mondo” 16 . L’insieme di questi influssi reciproci tra il mondo musulmano e quello cristiano della penisola italiana, è a sua volta il segno della dimensione più ampia alla quale si riferiscono sia la civiltà musulmana che quella cristiana nella penisola italiana; è il Mediterraneo, come un insieme coerente di vie marittime e terrestri, il mar Mediterraneo come uno spazio-movimento 17 sul quale si sono snodate ed intrecciate le propaggini delle numerose civiltà ad esso affacciate nei secoli, un insieme di ambienti, una molteplicità di paesaggi di montagne, pianure, porti e città. Dai tanti mari che lo compongono e dalle tante coste che lo cingono, si è impressa sulla sua superficie il segno dell’unità prima “fisica” geografica e poi umana, nei suoi destini collettivi e movimenti d’assieme; una storia che narra di imperi, di espansioni, di commercio “[…] un’agitazione di superficie, le onde che le maree sollevano sul loro potente movimento.” Fernand Braudel, 1946 18 A partire dalla navigazione costiera e dai commerci tra porti vicini, poi con la rivoluzione nei trasporti e l’aumento dei viaggi in mare aperto nel Cinquecento, con gli sforzi degli imperi e stati ad impadronirsi del controllo delle rotte perché l’avversario non possa sfruttarle e controllarle, con i bastimenti di linea del Seicento 19 , è stato il “luogo” dello sviluppo di più culture; tra chi si affaccia a questo mare non c’è distanza che già non sia stata superata. Anche se spesso la storia ricordata è quella degli scontri e delle battaglie, una storia più feconda, poiché unica a lasciare segni profondi dietro di sé, emerge nel dialogo implicito che le culture hanno avuto di fronte l’enorme bacino del mar Mediterraneo. 16 Rizzitano, U., op. cit., pp. 267-291 Senza trascurare poi la presenza musulmana nel periodo Normanno dell’isola con gli Altavilla , di cui ci h dato testimonianza Ibn Giubair, vedi Gabrieli, F., Scerrato, U., op. cit., pp. 94-99 17 Braudel, Fernand, “Il Mediterraneo: lo spazio e la storia, gli uomini e la tradizione”, Bompiani, Milano, 1985, p. 51 18 Braudel, Fernand, “Civiltà e imperi del Mediterraneo nell’età di Filippo II”, Einaudi, Torino, 1986, nuova ed. , p.XXVII 19 Braudel, F., op. cit., 1985, pp. 31-55

Anteprima della Tesi di Andrea Vergani

Anteprima della tesi: La presenza musulmana nel Friuli-Venezia Giulia: tra reminiscenza storica e nuova immigrazione, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Andrea Vergani Contatta »

Composta da 252 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3508 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.