Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sovranità, diritti umani e uso della forza: l'intervento armato ''umanitario''

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Mi sia consentito anche esprimere forti riserve sull’uso del termine “intervento umanitario”, che rappresenta uno dei tipici eufemismi moderni, nonché l’ennesimo esempio di rimozione del termine guerra dal linguaggio politico- internazionale. Basti pensare al linguaggio quotidianamente usato dai leader dei paesi impegnati in operazioni militari, sempre impegnati ad evitare accuratamente di usare termini come guerra, morti, stragi. In ogni caso mi sento di condividere l’opinione espressa da diverse organizzazioni, queste si, umanitarie, nettamente contrarie all’impiego del termine umanitario, per rappresentare eventi che, come avremo modo di precisare in seguito, di umanitario, nell’essenza e soprattutto nei fatti, dimostrano di avere ben poco e che, al contrario, finiscono spesso per creare, o comunque contribuire a creare, a loro volta delle emergenze umanitarie. 4 Ciò detto e premesso, per delineare il quadro del mio discorso, è necessario fare riferimento in primis alla Carta delle Nazioni Unite e al diritto internazionale generale, per poi verificare la prassi attuale e gli eventuali cambiamenti ed evoluzioni che ne derivano sul piano normativo, tenendo presente che l’intervento umanitario non è una novità del mondo attuale, anche se indubbiamente va assumendo attualmente una rilevanza e perciò una problematicità maggiore. Infine è opportuno tentare di delineare gli scenari possibili e auspicati, in merito al ruolo delle Nazioni Unite come fulcro dell’azione internazionale a tutela dei diritti umani e della pace, con particolare riguardo alle ipotesi di riforma del Consiglio di Sicurezza. Scopo di questo lavoro è, essenzialmente, quello di fare il punto della situazione su alcune questioni dirimenti dell’attuale dibattito politico- giuridico su diritti umani, uso della forza, diritti sovrani e diritti universali, non perdendo mai di vista l’obiettivo prioritario di tale analisi, vale a dire migliorare progressivamente gli standard di tutela dei diritti umani, in ogni luogo del pianeta. 4 Si pensi, da ultimo, all’intervento in Kosovo. v. infra, p 24 ss.

Anteprima della Tesi di Silvio Favari

Anteprima della tesi: Sovranità, diritti umani e uso della forza: l'intervento armato ''umanitario'', Pagina 2

Tesi di Master

Autore: Silvio Favari Contatta »

Composta da 45 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4514 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.