Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La legislazione regionale e l'autonomia comunale in edilizia: la denuncia inizio attività (d.i.a.) ed il recupero dei sottotetti

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 quello dell’esistenza o meno nella Costituzione italiana di un principio di garanzia della proprietà privata. Già nello Statuto Albertino, all’art. 29, era disposto: «tutte le proprietà senza alcuna eccezione, sono inviolabili: tuttavia quan- do l’interesse pubblico, legalmente accertato, lo esiga, si può esse- re tenuti a cederle in tutto o in parte, mediante una giusta indenni- tà conformemente alle leggi». Tale testo trova una evidente modifica nella relativa nor- mativa della nuova Costituzione repubblicana che, all’art. 42, reci- ta: «La proprietà è pubblica o privata. I beni economici apparten- gono allo Stato, ad enti o a privati. La proprietà privata può essere, nei casi previsti dalla legge, e salvo indennizzo, espropriata per motivi di interesse generale». Questo, però, non significa conservazione della proprietà privata così come è, o in tutte le sue forme attuali di manifestazio- ne, in quanto il legislatore ha il compito di imporre limiti quantitativi e qualitativi alla proprietà privata «allo scopo di assicurarne la funzione sociale e di renderla accessibile a tutti».

Anteprima della Tesi di Maciek Morrica

Anteprima della tesi: La legislazione regionale e l'autonomia comunale in edilizia: la denuncia inizio attività (d.i.a.) ed il recupero dei sottotetti, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Maciek Morrica Contatta »

Composta da 171 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5350 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.