Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Marketing territoriale per lo sviluppo locale: il caso ''Corallo e Nuraghi''

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

sua funzione di “partenariato” in un contesto di multistakeholders. E’ fondamentale il ruolo delle istituzioni pubbliche nella definizione del “territorio come bene”, perché attraverso di esse si esporta il prodotto e lo si promuove. Il ruolo del marketing territoriale è allora quello di strumento di promozione del territorio e di stimolo allo sviluppo locale attraverso l’attrazione di investitori e la valorizzazione delle risorse disponibili. Nella competizione tra governi e imprese è a livello locale che bisogna indagare e pianificare, occorre creare ricchezza e puntare sulla conoscenza, sull’informazione: nuovi must del mercato. Il problema nasce per l’assenza di un management definito che per la gestione strategica di un contesto è fondamentale. La Pubblica Amministrazione è un corpus non composito di ruoli, competenze e poteri diversi che devono però collimare verso una strategia unitaria. Anche a livello di attori territoriali quindi, bisogna definire le gerarchie, superando le logiche competitive meramente conflittuali per arrivare ad una vision comune e condivisa da promuovere. L’offerta che il marketing territoriale deve realizzare e promuovere è costituita da: a) Risorse tangibili b) Risorse intangibili c) Servizi d) Relazioni tra gli attori locali. Il territorio è quindi un prodotto composito caratterizzato dalla coesistenza di componenti fisiche strutturali, componenti fisiche transitorie, componenti immateriali, relazioni tra soggetti e servizi. Le interrelazioni tra le componenti danno il valore del territorio. A monte dell’azione di marketing territoriale è necessario avere una strategia del territorio, che vuol dire essenzialmente definirne la dimensione e le forme di coordinamento gerarchico man mano che la dimensione cresce per sfruttare economie di scala e di scopo. Per competere con le altre zone del mondo è fondamentale che un territorio sia dotato di alcune componenti standard di base 5 su cui basare una specifica strategia di marketing: • Aree industriali attrezzate dove localizzare investimenti immediatamente cantierabili • Infrastrutture logistiche di supporto intese come efficienti vie di comunicazione e trasporto • Incentivi allo sviluppo locale. Queste componenti però devono essere il substrato su cui sviluppare le capacità distintive del contesto territoriale, ciò che può essere definito il “capitale sociale” dell’area e che comprende il know-how, le tradizioni, 5 Ibidem.

Anteprima della Tesi di Annalisa Pireddu

Anteprima della tesi: Marketing territoriale per lo sviluppo locale: il caso ''Corallo e Nuraghi'', Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Annalisa Pireddu Contatta »

Composta da 192 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 30781 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 82 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.