Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Recupero urbano ex cementificio Sacci-Corsalone di Arezzo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

circostante, modificando profondamente la spazialità del luogo e i meccanismi di percezione. Recuperare il manufatto di archeologia industriale rappresenta al contempo un’occasione per innescare un processo di “riprogettazione”. La riconversione dell’insediamento dismesso può essere una proposta di inversione di tendenza, con l’obbiettivo di eliminare la contrapposizione tra centro e periferia, tra città e campagna. “Il manufatto dell’archeologia industriale può svolgere quell’azione di generatore di trame e direzioni quali erano un tempo i conventi, i mercati , i luoghi di scambio e di culto, al fine di inserire forme e contenuti di carattere urbano nel luogo in cui si collocano”. 5 Così recupero del patrimonio industriale si propone di rivitalizzare e attribuire nuove funzioni salvaguardando però la memoria e vigilando sui valori dell’identità. 5 Le osservazioni sono riprese da: Breschi A., Archeologia industriale e progetto. Documentazione e ipotesi d’intervento per l’area Ottocentesca del Mercato del Bestiame e dei Macelli di Firenze. Ed. Associazione Intercomunale n.1, Firenze, 1983, p.15.

Anteprima della Tesi di Manuela Veri

Anteprima della tesi: Recupero urbano ex cementificio Sacci-Corsalone di Arezzo, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Manuela Veri Contatta »

Composta da 155 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3089 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.