Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le società privatizzate: legislazione speciale e diritto comune

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo primo – L’avvio del processo di privatizzazioni 3 analisi. Le privatizzazioni sono, infatti, un evento strettamente connesso con le pagine della storia del nostro Paese. Lo Stato ha da sempre svolto un ruolo fondamentale nei rapporti economici in Italia. La nascita di imprese pubbliche dell’importanza dell’INA, della BNL (entrambe nel 1913) e delle FS (1905), tanto per fare degli esempi, evidenzia la volontà delle istituzioni pubbliche di utilizzare i loro imponenti mezzi finanziari anche per svolgere attività imprenditoriale. Uno sguardo particolare va rivolto al 1933, anno di fondazione dell’IRI, Istituto per la Ricostruzione Industriale, con il quale fu compiuta un’importante operazione di nazionalizzazione dell’industria nel nostro Paese 1 . Le banche, oltre che dedicarsi all’attività di raccolta del risparmio ed esercizio del credito a breve termine, avevano investito, in misura ingente, a lungo termine, nelle imprese industriali, assumendo il ruolo di azionisti (capitale di rischio per definizione). Le stesse società non creditizie, d’altronde, avevano fatto lo stesso nei confronti delle banche. Era, in sostanza, inevitabile che la crisi di un settore, industriale o bancario, avrebbe avuto ripercussioni sull’altro. In effetti, la congiuntura sfavorevole obbligò le aziende a chiedere un supporto in termini di capitale ai loro azionisti, i quali, in modo particolare, erano istituti creditizi. Le tre maggiori banche (Banca Commerciale Italiana, Credito Italiano e Banco di Roma) si trovarono ad essere esposte alla depressione come, allo stesso tempo, azioniste e finanziatrici. Fu così che si cercò di risolvere il problema della 1 In questo periodo assistiamo a quella che alcuni hanno definito “crisi del privato”; si veda in particolare OPPO, La privatizzazione dell’impresa pubblica: profili societari, in Riv. dir. civ., 1994, p. 771.

Anteprima della Tesi di Daniele Palmisani

Anteprima della tesi: Le società privatizzate: legislazione speciale e diritto comune, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Daniele Palmisani Contatta »

Composta da 283 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6332 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.