Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le società privatizzate: legislazione speciale e diritto comune

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo primo – L’avvio del processo di privatizzazioni 4 c.d. “banca mista”, finanziatrice a breve e a lungo termine, con la creazione dell’IRI. L’Istituto per la Ricostruzione Industriale aveva lo scopo di rilevare dagli enti creditizi le partecipazioni in alcune industrie in dissesto per reintrodurle nel mercato, ridisegnando, in questa maniera, i confini tra attività finanziaria e industriale. Il 24 giugno 1937, con la legge n. 905, l’Istituto fu trasformato in ente di gestione permanente e, con il passare dei decenni, estese il controllo, su numerose società nei settori siderurgici, meccanici, creditizi, trasporti aerei, marittimi e telecomunicazioni, diventando da ente di risanamento a mezzo di gestione delle imprese. Si afferma pertanto con esso la figura dell’ente pubblico economico, che avrà un posto di primo piano fino agli anni ’90 (XI legislatura). Il Codice del 1942 sottopone gli enti pubblici economici allo statuto generale dell’imprenditore e, inoltre, alla disciplina dell’imprenditore commerciale se l’attività da essi esercitata risulta essere tale; solo determinati atti hanno la possibilità di essere sottoposti ad una deroga 1 . In effetti, la definizione diffusa li considera come dei soggetti giuridici che esercitano prevalentemente attività imprenditoriale, in regime di monopolio o concorrenza 2 . 1 Si fa riferimento al bilancio dell’ente, soggetto ad approvazione ministeriale ed al fallimento, sostituito dalla liquidazione coatta amministrativa. 2 Cfr. IRTI, Dall’ente pubblico economico alle società per azioni (profilo storico giuridico), in Riv. Soc., 1993, p. 465 ss.; la parte cui si fa riferimento è a pag. 469 dove l’Autore, con un’analisi “combinata” dell’art. 2093 c.c. e dell’art. 409 n. 3 del Cod. proc. civ., trae la nozione “ormai dominante” (sono parole di IRTI) di ente pubblico economico come dell’ente che esercita (…) attività imprenditoriale per realizzare un fine speculativo e non un fine pubblicistico.

Anteprima della Tesi di Daniele Palmisani

Anteprima della tesi: Le società privatizzate: legislazione speciale e diritto comune, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Daniele Palmisani Contatta »

Composta da 283 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6333 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.