Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modelli a risonanza parametrica dell'interazione bioelettromagnetica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 Fig.4 Rappresentazione schematica di un sito sensibile al calcio della calmodulina (mano EF) nella configurazione assunta prima (sinistra) e dopo (destra) l’adsorbimento di uno ione (Brookhaven Protein Data Bank) 1.4 Generalità sui modelli parametrici In letteratura esistono vari modelli fisico-matematici applicabili a sistemi ione ligando - sito recettore sia di natura classica, Langevin – Lorentz (L-L), sia su base quantistica, Zeeman – Stark (Z-S). Lo sviluppo della teoria su base quantistica appare necessario dal momento che la scala dimensionale del sistema può inficiare l’approccio puramente classico al problema. Dal punto di vista classico lo ione ligando è una particella con massa e carica note in moto in un mezzo complesso e sottoposta a svariate forze: l’interazione tramite rumore termico e attrito viscoso con l’ambiente, una forza di attrazione endogena da parte del sito proteico, un campo elettrico esogeno e la forza di Lorentz. Si ottiene cosi la cosiddetta equazione di Langevin-Lorentz )(t dt d esoend NvBvEE v +−×++= βγγγ dove M Q =γ è il rapporto tra carica e massa ionica, end E e eso E sono il campo elettrico endogeno ed esogeno, B l’induzione magnetica, v la velocità dello ione,

Anteprima della Tesi di Ivano Mallarini

Anteprima della tesi: Modelli a risonanza parametrica dell'interazione bioelettromagnetica, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Ivano Mallarini Contatta »

Composta da 149 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1681 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.