Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Mobilità sanitaria - Documentazione ed estensione del sistema informativo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Descrizione dell'Azienda RIFERIMENTI LEGISLATIVI PER LE A.S.L. L'ordinamento giuridico delle Aziende Sanitarie Locali (già in precedenza denominate USL, ULSS o USSL) ha subìto nel tempo numerose riforme. Non si ritiene opportuno approfondire l'evoluzione storica della normativa perché tale argomento non è oggetto specifico del presente lavoro, tuttavia è interessante citare alcuni riferimenti legislativi che possano in qualche modo inquadrare l'Azienda in modo preciso. Il principale riferimento normativo, nel nuovo ordinamento delle ASL, è costituito dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1992, n. 502. Il testo di tale Decreto non è però rimasto invariato e, anzi, ha subito numerose modifiche e integrazioni con provvedimenti legislativi successivi. Di seguito si riportano alcuni commi interessanti. «Le regioni, attraverso le unità sanitarie locali, assicurano i livelli assistenziali di assistenza di cui all'art. 1, avvalendosi anche delle aziende di cui all'art. 4 1 . In funzione del perseguimento dei loro fini istituzionali, le unità sanitarie locali si costituiscono in aziende con personalità giuridica pubblica e autonomia imprenditoriale; la loro organizzazione e funzionamento sono disciplinati con atto aziendale di diritto privato, nel rispetto dei princìpi e criteri stabiliti con la legge regionale di cui all'articolo 2, comma 2-sexies. L'atto aziendale individua le strutture operative dotate di autonomia gestionale o tecnico-professionale, soggette a rendicontazione analitica. Le aziende di cui ai commi 1 e 1-bis informano la propria attività a criteri di efficacia, efficienza ed economicità e sono tenute al rispetto del vincolo di bilancio, attraverso l'equilibrio di costi e ricavi, compresi i trasferimenti di risorse finanziarie. Agiscono mediante atti di diritto privato. I contratti di fornitura di beni e servizi, il cui valore sia inferiore a quello stabilito dalla normativa comunitaria in materia, sono appaltati o contrattati direttamente secondo le norme di diritto privato indicate nell'atto aziendale di cui al comma 1-bis. Sono organi dell'azienda il direttore generale e il collegio sindacale. Il direttore generale adotta l'atto aziendale di cui al comma 1-bis; è responsabile della gestione complessiva e nomina i responsabili delle strutture operative dell'azienda. Il direttore generale è coadiuvato, nell'esercizio delle proprie funzioni, dal direttore amministrativo e dal direttore sanitario. Le regioni disciplinano forme e modalità per la direzione e il coordinamento delle attività sociosanitarie a elevata integrazione sanitaria. Il direttore generale si avvale del Collegio di direzione di cui all'articolo 17 per le attività ivi indicate. Il direttore amministrativo e il direttore sanitario sono nominati dal direttore generale. Essi partecipano, unitamente al direttore generale, che ne ha la 1 Questi articoli non sono riportati nel presente testo perché hanno un interesse marginale per la presente trattazione.

Anteprima della Tesi di Mario De Ghetto

Anteprima della tesi: Mobilità sanitaria - Documentazione ed estensione del sistema informativo, Pagina 6

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Mario De Ghetto Contatta »

Composta da 291 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2954 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.