Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le obbligazioni bancarie: profili normativi e implicazioni gestionali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

INTRODUZIONE Quindi si cerca di considerare i mutamenti delle variabili esogene alla gestione bancaria, quali una maggiore propensione al rischio del pubblico dei risparmiatori, una flessione continua dei tassi di interesse, una presenza meno pressante del Tesoro sul mercato dei valori mobiliari, la riforma fiscale del 1996 che incrementa l’aliquota sui certificati di deposito. Questi fattori sanciscono il successo delle obbligazioni strutturate a partire dalla fine degli anni Novanta. In questa parte del lavoro l’analisi è rivolta alla struttura finanziaria e ai modelli di unbudling delle principali tipologie di obbligazioni strutturate una circolazione (reverse floater, reverse convertible, index-equity linked) per determinare il pricing, secondo il modello Black & Scholes. Inoltre si propongono analisi empiriche di mispricing di alcuni degli strumenti bancari analizzati ed emessi nell’ultimo triennio. Nel terzo capitolo si valuta l’evoluzione delle forme tecniche di negoziazione, fermando l’attenzione sulla costituzione e sulle modalità di funzionamento del mercato telematico delle obbligazioni e dei titoli di Stato (MOT) e sulla consistenza delle obbligazioni quotate emesse dalle banche. Nell’ultima parte si considerare l’incidenza delle obbligazioni sulla raccolta bancaria, distinguendo il mercato retail e il mercato degli investitori istituzionali, e confrontando le consistenze con i paesi dell’Area Euro. In riferimento ai mercati di collocamento si verifica una maggiore propensione delle banche verso i mercati non regolamentati over the counter e i sistemi di scambio organizzati. Infine si considera l’incidenza delle obbligazioni bancarie strutturate, distinte per accesso ai mercati quotati e per tipologia, sulla raccolta bancaria.

Anteprima della Tesi di Andrea Orfino

Anteprima della tesi: Le obbligazioni bancarie: profili normativi e implicazioni gestionali, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Orfino Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3475 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.