Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le partecipazioni a ''controllo congiunto'': il caso delle joint ventures

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 Lo IASC ha infatti redatto un documento, lo IAS n. 31 1 , che ha disciplinato il trattamento contabile delle joint ventures, quasi consacrandone la rilevanza. Non sempre per� gli indirizzi legislativi internazionali sono recepiti in maniera tempestiva in Italia. Per questo gli specifici riferimenti al �controllo congiunto� nella legislazione nazionale restano davvero scarni. Comunque, prima di entrare nel pieno della discussione, cerchiamo di mettere un po� d�ordine e di individuare una sistemazione teorica per il concetto in esame. Passaggio obbligato per giungere ad una lettura pi� chiara della nozione di �controllo congiunto� sembra essere un�introduzione del concetto di �controllo�. Essendo il �controllo congiunto� fattispecie particolare, infatti, della categoria generale del �controllo�, diventa indispensabile capire quale sia la base di partenza delle nostre argomentazioni. 1 Cfr. IAS n. 31 � Financial reporting of interests in joint ventures � IASC.

Anteprima della Tesi di Fausto Parisi

Anteprima della tesi: Le partecipazioni a ''controllo congiunto'': il caso delle joint ventures, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Fausto Parisi Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5011 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.