Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Evoluzione delle reti distributive nel settore auto in Europa: il reg. EU 1400/2002

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Cap. 1 Le reti di vendita e assistenza nel settore auto 9 preveda non più piattaforme ma “gruppi” meccanici intercambiabili, per mantenere i vantaggi delle piattaforme comuni evitandone gli effetti collaterali consistenti in un’eccessiva omologazione delle caratteristiche di guida dei veicoli realizzati a partire dalla stessa piattaforma. Attualmente sono attivi 8 costruttori maggiori sul mercato europeo (nell’ordine: Volkswagen, PSA, Renault, Ford, GM, Fiat, Daimler Chrysler, BMW) che si dividono oltre l’80% del mercato, relegando nel residuo alcuni costruttori di alta gamma europei (come Porsche) e i marchi Coreani (come Daewoo, Hyundai, Kia, Ssangyong 1 ). Attraversata la fase della ricerca della competitività tramite la robotizzazione degli impianti, oggi la riduzione dei costi di produzione passa per una internazionalizzazione dei siti di produzione, favorita da incentivi europei all’installazione di impianti in zone rientranti nei piani di sviluppo comunitari e da una riduzione dei costi di trasporto. La saturazione dei mercati domestici rende poi l’impianto in paesi ad alto potenziale interessante anche nell’ottica di una rapida trasformazione in sbocchi commerciali: oltre ai poli storici dell’automobilismo europeo, troviamo oggi siti produttivi in paesi dell’Europa orientale di prossima integrazione come Polonia, Cecoslovacchia ed Ungheria, che hanno beneficiato negli ultimi anni di cospicui investimenti da parte di costruttori generalisti come Fiat, gruppo Volkswagen e di tutti i fornitori ad essi collegati. 1 Fonte: Acea 2002 Quote di mercato 2002, EU (15) Costruttori giapponesi 11,5% Rover 1,0% Costruttori coreani 2,7% Altri 0,3% Fiat 8,2% GM 9,9% Renault 10,7% Ford 11,4% PSA 15,0% Vw 18,4% Elaborazione dati tratti da ACEA Fig. 1.2

Anteprima della Tesi di Lucio Tropea

Anteprima della tesi: Evoluzione delle reti distributive nel settore auto in Europa: il reg. EU 1400/2002, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Lucio Tropea Contatta »

Composta da 127 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3726 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 41 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.