Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'amministrazione della giustizia alla caduta della Repubblica di Venezia. Problematiche in una fase di transizione (1797-1806)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

IL CONTESTO STORICO La caduta della Repubblica di Venezia nella recente storiografia Un evento storico di una portata tale quale la fine di uno stato diventa inevitabilmente oggetto di innumerevoli letture 1 . In questa prima parte del lavoro è mia intenzione scorrere, in maniera compendiata, gli eventi che si verificarono dalla caduta della Repubblica di Venezia al primo alternarsi delle dominazioni francese ed austriaca, privilegiando come riferimento soprattutto la produzione storiografica più recente. Non ritengo superflua la scelta di accennare agli accadimenti di quel decennio: essi costituiscono il referente necessario per meglio comprendere i mutamenti che si sono verificati nell’ambito dell’amministrazione della giustizia. … (omissis) … La situazione interna poteva quindi anche apparire soddisfacente e Venezia si muoveva sulla scena internazionale solo nell’ambito che più le era congeniale, quello della diplomazia, dove emergeva la consumata abilità della sua classe politica, erede di una secolare tradizione di esperienza e scaltrezza. Confidando in questa e seguendo una politica di rigorosa neutralità, la dirigenza veneziana assisteva come intorpidita alla rottura degli equilibri europei derivante dalla Rivoluzione francese. Ma l’emarginazione e l’inadeguatezza strutturale venivano avvertite: lo stesso doge Paolo Renier aveva segnalato l’isolamento diplomatico della Repubblica 2 , anche se il 1 E a tali analisi vengono magari affiancati interrogativi (avrebbe potuto la Repubblica di Venezia resistere alle armate napoleoniche? dovevano, ed erano in grado, la Signoria, il Senato, gli altri organi, di rifugiarsi nei possedimenti di Levante, sorta di governo in esilio, e da lì tentare una rivincita?) che, pur essendo fini a sé stessi, hanno offerto motivi di discussione anche in occasione del bicentenario della caduta della Serenissima, nelle numerose mostre e conferenze che si sono tenute durante il 1997 a Venezia, riprese ed amplificate dalla stampa locale. 2 Egli, “dopo essere stato l’avversario di Foscarini in tempestose battaglie parlamentari, aveva apertamente e solennemente denunciato in pieno Maggior Consiglio l’isolamento diplomatico della Repubblica, il suo sopravvivere sul solo credito dell’antica saggezza e prudenza”. A. Zorzi, Venezia austriaca

Anteprima della Tesi di Lorena Dei Rossi

Anteprima della tesi: L'amministrazione della giustizia alla caduta della Repubblica di Venezia. Problematiche in una fase di transizione (1797-1806), Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Lorena Dei Rossi Contatta »

Composta da 149 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2999 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.