Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Politica e gestione dei musei: il caso del sistema dei musei senesi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 medievale si è progettata una nuova struttura museale. In questo caso, si è tentato di interpretare la produzione della terracotta che ha caratterizzato e ancora oggi caratterizza fortemente il paese. Una produzione che la comunità stessa interpreta come il patrimonio culturale che la distingue dalle altre comunità. In nessun caso si è trattato di costruire sedi espositive ex novo ma di operare restauri funzionali alle attività museali di sedi individuate dai comuni e quasi sempre di notevole interesse storico- architettonico. Anche in conseguenza di questo, i musei che fanno parte del Sistema dei Musei Senesi, pur avendo dei caratteri distintivi che li connotano inequivocabilmente come appartenenti al Sistema, non rispondono ad un unico criterio museografico. Viceversa ognuno, pur nel rispetto degli standard imposti dal Comitato di Gestione, conserva le proprie peculiarità sia per ciò che concerne la collezione ospitata, sia per quanto riguarda il contenitore che la ospita. Si è dunque proceduto alla creazione e alla definizione di un marchio distintivo, di una segnaletica interna ed esterna ai musei immediatamente riconoscibile. Per ciascun museo è stata prevista la creazione di un bookshop in cui vendere gli articoli di merchandising, si sono pubblicate guide, depliant, cataloghi, manifesti. Ogni prodotto è fortemente caratterizzato come appartenente al Sistema da un’unica veste editoriale, da un marchio, ecc. Infine un accordo di collaborazione con la RAI - Radiotelevisione Italiana ha permesso di realizzare in coproduzione materiali culturali ed informativi tra cui il sito internet, videocassette, Cd rom, documentari, spot pubblicitari in più lingue. I risultanti in termini di visite sono stati soddisfacenti. Da una media per gli anni ’90 di 1500 visitatori all’anno per museo si è passati alle circa 10.000 presenze attuali con un incremento del 75%. Va tenuto presente naturalmente che i dati di partenza erano molto bassi, spesso si aveva strutture aperte soltanto su prenotazione o comunque per brevissimi periodi nell’arco dell’anno.

Anteprima della Tesi di Alessandro Andreini

Anteprima della tesi: Politica e gestione dei musei: il caso del sistema dei musei senesi, Pagina 6

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Alessandro Andreini Contatta »

Composta da 42 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5008 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.