Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progetto e realizzazione di un sistema a microcontrollore per la gestione ed il monitoraggio remoti con protocollo SMS

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1. Introduzione Gestione e monitoraggio remoti con protocollo SMS - Guido Spoto 5/71 1.3 Le tecnologie disponibili Attualmente esistono numerose tecniche per il controllo di apparecchiature remote attraverso la rete GSM, la rete telefonica o attraverso Internet, ma la maggior parte di queste fa uso di tecnologie di complessa applicazione. Ad esempio i sistemi basati su linea telefonica fissa necessitano di una interazione con l’utente particolarmente macchinosa, sia che essa sia basata su sintetizzatori vocali o che essa venga gestita con i toni della tastiera, oppure può avvenire soltanto tra terminali telefonici cui è stata connessa un’apposita apparecchiatura o un personal computer. I sistemi basati sulla tecnologia WAP (Wireless Application Protocol), sia su rete GSM sia su rete GPRS (General Packet Radio Service), presuppongono l’esistenza di un server e quindi di un personal computer adibito alla gestione dei dispositivi da comandare o da interrogare. Inoltre il costo di una connessione WAP non è indifferente ed è possibile solamente attraverso terminali compatibili. Lo stesso discorso può farsi per i sistemi che utilizzano la rete Internet; in questo caso, anzi, il PC è necessario anche dal lato utente e non soltanto dal lato delle apparecchiature da controllare. Anche la rete domestica che interconnette tra loro i vari dispositivi e l’unità di controllo può essere fisicamente realizzata tramite diversi mezzi trasmessivi; tra gli altri le fibre ottiche, il cavo coassiale, i raggi infrarossi, la radiofrequenza e le onde convogliate su linea elettrica. Le prime due soluzioni sono da scartare a priori, in quanto richiedono una messa in posa e quindi un inserimento “invasivo” di cavi all’interno della casa. La soluzione a raggi infrarossi, pur non imponendo la posa di nuovi cavi, non è particolarmente adatta a strutture con ostacoli e pareti come le strutture domestiche. La radiofrequenza è il sistema di comunicazione che, fra le tecnologie “non invasive” prese in considerazione, offre una maggiore velocità di trasmissione dei dati. Gli standard che più stanno prendendo piede sul mercato europeo sono HomeRf, Wi-Fi (IEEE 802.11B) e Bluetooth. HomeRf (sostenuto da IBM, Motorola e Proxim) utilizza una banda di frequenza a 2,4Ghz e viaggia a 2Mbit/s.

Anteprima della Tesi di Guido Spoto

Anteprima della tesi: Progetto e realizzazione di un sistema a microcontrollore per la gestione ed il monitoraggio remoti con protocollo SMS, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Guido Spoto Contatta »

Composta da 71 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5013 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.