Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Essere del linguaggio e scomparsa del soggetto. Il linguaggio letterario in Michel Foucault

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Essere del linguaggio e scomparsa del soggetto 11 Ed � proprio la sovranit� individibile del soggetto, che sta sotto all'identit� della storia. Ci� che non � identico, ci� che � differenza, va riportato, con un movimento che appartiene alla dialettica, all'unit� del medesimo. Si esorcizzano cos�, con un solo gesto, la possibilit� effettiva del cambiamento e la frammentazione del soggetto. E' questa concezione della soggettivit� come presupposto della continuit� che Foucault contesta, per le sue implicazioni storiche ed epistemologiche, ma soprattutto, alla fine, politiche. (...) l'avvenimento e il potere, sono quel che � escluso dal sapere qual � organizzato nella nostra societ�. E non � strano: il potere (...) deve apparire inaccessibile all'avvenimento (...). 5 Critica del ruolo del soggetto che non sarebbe stata possibile, Foucault lo riconosce, senza "il decentramento operato da Marx mediante l'analisi storica dei rapporti di produzione, delle determinazioni economiche e della lotta delle classi"; senza il "decentramento operato dalla genealogia nietzschiana" e, infine, senza il contributo della psicanalisi e della linguistica e dell'etnologia strutturali, che "hanno decentrato il soggetto in rapporto alle leggi del suo desiderio, alle forme del suo linguaggio, alle regole della sua azione o ai meccanismi dei suoi discorsi mitici o favolosi". 6 I.3. Il soggetto del linguaggio Foucault procede al suo tentativo di smantellamento dell'unit� del soggetto a partire proprio dal linguaggio, nel quale in apparenza sembra manifestarsi l'identit� dispiegata. Il linguaggio non pu� essere considerato come una immediata manifestazione del pensiero, perfettamente trasparente ai significati e alle intenzioni che in questo risiedono. 7 Il linguaggio, proprio per la sua funzione essenziale di comunicazione, non pu� appartenere esclusivamente a colui che lo parla. Nel suo essere comune e condiviso rivendica propri meccanismi di funzionamento che sono indipendenti da chi lo usa.

Anteprima della Tesi di Leonardo Meo

Anteprima della tesi: Essere del linguaggio e scomparsa del soggetto. Il linguaggio letterario in Michel Foucault, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Magistero

Autore: Leonardo Meo Contatta »

Composta da 100 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5799 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.