Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il falso in bilancio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

INTRODUZIONE IX l�ossequio al principio in questione, investendo in una logica di tipizzazione � inaugurata peraltro con la riforma dei reati tributari 28 � che coinvolge tutte le fattispecie in tema di falsit� (art. 2621 c.c. ss.) � nelle quali la presenza del danno, patrimoniale o meno, determina il passaggio dalla figura contravvenzionale a quella delittuosa � nonch� i delitti di infedelt� patrimoniale (art.2634 c.c.) e di infedelt� a seguito di dazione o promessa di utilit� (art.2635 c.c.). A questo punto, occorre dar conto di come un altro obiettivo � quello di ridurre l�area del penalmente rilevante � sia stato perseguito dal legislatore. Per far ci�, invece di attendere il risultato dei lavori della Commissione Vietti in relazione alla disciplina della parte civilistica della materia societaria, si � ritenuto opportuno attuare la delega dapprima nella parte riguardante gli illeciti penali e amministrativi. Peraltro, non si � solo sfoltito il numero di reati, alcuni dei quali trasformati in illeciti amministrativi, ma si � anche inteso ricorrere ad istituti tradizionalmente impiegati in un�ottica deflattiva: in questo modo, quando non � la vittima a rinunciare al processo omettendo di presentare la querela richiesta per i pi� gravi delitti previsti dalla riforma in esame 29 , � lo stesso autore a poter evitare la pena attraverso meccanismi post factum che in alcuni casi (artt.2627 e 2628 c.c.) consistono nel restituire quanto indebitamente sottratto entro un certo termine, in altri (artt.2629 e 2633 c.c.) nel risarcire il danno prima del giudizio, da cui consegue in entrambi i casi l�estinzione del reato 30 . 28 Cfr. BRICCHETTI, Falso in bilancio: �doppio binario� sul danno, in Guida dir., 40/2001, 49. In senso critico ALESSANDRI, Parte generale, in AA.VV., Manuale di diritto penale d�impresa, Milano, 1998, 42, a parere del quale �se la repressione penale si limitasse a intervenire solo dopo la verificazione dell�evento si otterrebbe una tutela tardiva e assolutamente inadeguata�; PALMIERI, Punibilit� a maglie larghe per i �nuovi� reati societari, in Guida dir., 10/2002, 8: �l�attesa del verificarsi del danno per procedersi all�accertamento della responsabilit� significa chiudere le stalle ai buoi fuggiti, specie se saranno ingannate legioni di risparmiatori e il profitto sar� stato raggiunto e ben tesaurizzato dall�ingannatore: con ulteriore ed evidente appannamento della disincentivazione a delinquere�. Efficace un esempio riportato da TINTI, La legge �forza ladri�, in MicroMega, n.4/2001, 181, sulle contravvenzioni per eccesso di velocit�: �non sempre la velocit� superiore al limite consentito � causa di un incidente e di conseguenti danni a cose o persone; anzi, nella maggior parte dei casi non succede assolutamente nulla. Tuttavia, l�intento del legislatore � quello di scoraggiare gli utenti della strada dalle alte velocit� perch� si ritiene che esse siano causa di incidenti pi� o meno gravi; e, invece di attendere che l�incidente si sia verificato e quindi punire il colpevole, si predispone una sorta di tutela avanzata, punendo colui che ha superato i limiti di velocit� non perch� ha cagionato un danno ma perch� ha cagionato una situazione di pericolo idonea a provocare danno. Insomma, il reato di pericolo mira a indurre i cittadini a omettere comportamenti che, con rilevante grado di probabilit�, possono cagionare un danno�. 29 Si tratta dei delitti di false comunicazioni sociali in danno dei soci o dei creditori (art.2622, 1� comma, c.c.), di impedito controllo (art.2625), di infedelt� patrimoniale (art.2634) e di infedelt� a seguito di dazione o promessa di utilit� (art.2635). Sull�opportunit� della querela riferita al delitto di cui all�art.2622 c.c., vedi infra, � 3 e 4. 30 Favorevole all�impiego di cause estintive del reato � MUSCO, I nuovi reati societari, cit., 7 s. Contra, ALESSANDRI, La legge delega n.366 del 2001: un congedo dal diritto penale societario, in Il corr.giur., 2001, 1551, il quale teme che il risarcimento �sar� certo sostenuto, more solito, dalla societ�, con totale immunit� delle persone fisiche, regalando maggior fiato alle pretese dei soggetti �lesi�, ben

Anteprima della Tesi di Alessandro Taraborrelli

Anteprima della tesi: Il falso in bilancio, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Alessandro Taraborrelli Contatta »

Composta da 171 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7703 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 28 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.