Skip to content

Il falso in bilancio

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE IX l�ossequio al principio in questione, investendo in una logica di tipizzazione � inaugurata peraltro con la riforma dei reati tributari 28 � che coinvolge tutte le fattispecie in tema di falsit� (art. 2621 c.c. ss.) � nelle quali la presenza del danno, patrimoniale o meno, determina il passaggio dalla figura contravvenzionale a quella delittuosa � nonch� i delitti di infedelt� patrimoniale (art.2634 c.c.) e di infedelt� a seguito di dazione o promessa di utilit� (art.2635 c.c.). A questo punto, occorre dar conto di come un altro obiettivo � quello di ridurre l�area del penalmente rilevante � sia stato perseguito dal legislatore. Per far ci�, invece di attendere il risultato dei lavori della Commissione Vietti in relazione alla disciplina della parte civilistica della materia societaria, si � ritenuto opportuno attuare la delega dapprima nella parte riguardante gli illeciti penali e amministrativi. Peraltro, non si � solo sfoltito il numero di reati, alcuni dei quali trasformati in illeciti amministrativi, ma si � anche inteso ricorrere ad istituti tradizionalmente impiegati in un�ottica deflattiva: in questo modo, quando non � la vittima a rinunciare al processo omettendo di presentare la querela richiesta per i pi� gravi delitti previsti dalla riforma in esame 29 , � lo stesso autore a poter evitare la pena attraverso meccanismi post factum che in alcuni casi (artt.2627 e 2628 c.c.) consistono nel restituire quanto indebitamente sottratto entro un certo termine, in altri (artt.2629 e 2633 c.c.) nel risarcire il danno prima del giudizio, da cui consegue in entrambi i casi l�estinzione del reato 30 . 28 Cfr. BRICCHETTI, Falso in bilancio: �doppio binario� sul danno, in Guida dir., 40/2001, 49. In senso critico ALESSANDRI, Parte generale, in AA.VV., Manuale di diritto penale d�impresa, Milano, 1998, 42, a parere del quale �se la repressione penale si limitasse a intervenire solo dopo la verificazione dell�evento si otterrebbe una tutela tardiva e assolutamente inadeguata�; PALMIERI, Punibilit� a maglie larghe per i �nuovi� reati societari, in Guida dir., 10/2002, 8: �l�attesa del verificarsi del danno per procedersi all�accertamento della responsabilit� significa chiudere le stalle ai buoi fuggiti, specie se saranno ingannate legioni di risparmiatori e il profitto sar� stato raggiunto e ben tesaurizzato dall�ingannatore: con ulteriore ed evidente appannamento della disincentivazione a delinquere�. Efficace un esempio riportato da TINTI, La legge �forza ladri�, in MicroMega, n.4/2001, 181, sulle contravvenzioni per eccesso di velocit�: �non sempre la velocit� superiore al limite consentito � causa di un incidente e di conseguenti danni a cose o persone; anzi, nella maggior parte dei casi non succede assolutamente nulla. Tuttavia, l�intento del legislatore � quello di scoraggiare gli utenti della strada dalle alte velocit� perch� si ritiene che esse siano causa di incidenti pi� o meno gravi; e, invece di attendere che l�incidente si sia verificato e quindi punire il colpevole, si predispone una sorta di tutela avanzata, punendo colui che ha superato i limiti di velocit� non perch� ha cagionato un danno ma perch� ha cagionato una situazione di pericolo idonea a provocare danno. Insomma, il reato di pericolo mira a indurre i cittadini a omettere comportamenti che, con rilevante grado di probabilit�, possono cagionare un danno�. 29 Si tratta dei delitti di false comunicazioni sociali in danno dei soci o dei creditori (art.2622, 1� comma, c.c.), di impedito controllo (art.2625), di infedelt� patrimoniale (art.2634) e di infedelt� a seguito di dazione o promessa di utilit� (art.2635). Sull�opportunit� della querela riferita al delitto di cui all�art.2622 c.c., vedi infra, � 3 e 4. 30 Favorevole all�impiego di cause estintive del reato � MUSCO, I nuovi reati societari, cit., 7 s. Contra, ALESSANDRI, La legge delega n.366 del 2001: un congedo dal diritto penale societario, in Il corr.giur., 2001, 1551, il quale teme che il risarcimento �sar� certo sostenuto, more solito, dalla societ�, con totale immunit� delle persone fisiche, regalando maggior fiato alle pretese dei soggetti �lesi�, ben
Anteprima della tesi: Il falso in bilancio, Pagina 9

Preview dalla tesi:

Il falso in bilancio

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Taraborrelli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Teramo
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Giuseppe Montanara
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 171

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

diritto societario
diritto penale commerciale
falso in bilancio
false comunicazioni sociali
riforma diritto societario
tangentopoli
berlusconi
mani pulite
decreto legislativo 61/2002
diritto penale economia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi