Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le relazioni pubbliche come funzione di census management: analisi comparativa di quindici esperienze censuarie

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Tommaso Botto – 2003 le norme regolanti la confidenzialità censuaria, concetto che riassume tutto quell’insieme di implicazioni legate alla segretezza dei dati statistici e alla tutela dei diritti alla riservatezza o privacy. 2.3.2 Obbligo di risposta Italia L’ordinamento italiano disciplina le attività di rilevazione, elaborazione, analisi, archiviazione e diffusione dei dati statistici svolta dagli enti ed organismi pubblici di informazione statistica, “al fine di realizzare l’unità d’indirizzo, l’omogeneità organizzativa e la razionalizzazione dei flussi informativi a livello centrale e locale, nonché l’organizzazione ed il funzionamento dell’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT)” 3 . Detta informazione statistica viene fornita al Paese e agli organi internazionali attraverso il Sistema Statistico Nazionale (SISTAN). In particolare, il Decreto del Presidente della Repubblica 22 maggio 2001, dal titolo Approvazione delle rilevazioni statistiche rientranti nel Programma Statistico Nazionale 2001-2003 che comportano obblighi di risposta, attesta che tali rilevazioni sono da considerarsi “essenziali per il sistema informativo nazionale”; perciò si ritiene “necessario, ai fini del buon esito delle rilevazioni, sottoporre i soggetti privati, destinatari di tali rilevazioni, all’obbligo di fornire i dati e le notizie loro richieste”. Segue un allegato che elenca 210 differenti rilevazioni statistiche obbligatorie, suddivise per 36 aree di settore (Censimenti della popolazione, delle abitazioni, dell’industria, dell’agricoltura; aree di sanità, istruzione, cultura, lavoro, famiglia, trasporti, prezzi, ricerca, ambiente, etc.) e riferite ad uno specifico titolare dell’inchiesta (ISTAT e Ministeri competenti). L’obbligatorietà viene sanzionata, in caso di rifiuto, omissione, errore grave o incompletezza da parte dei rispondenti (persone fisiche o legali rappresentanti delle persone giuridiche), con le pene pecuniarie, previste dell’articolo 11 del D.L. 6 settembre 1989, n° 322, che variano da un minimo di 200 euro ad un massimo di 2.000 euro per le violazioni da parte delle persone fisiche e da un minimo di 500 euro ad un massimo di 5.000 euro per le violazioni da parte di enti e società 4 . Svizzera L’ordinamento svizzero poggia l’esecuzione del censimento sulla Legge federale del 3 febbraio 1860 che affida l’organizzazione ed esecuzione del rilevamento all’Ufficio Federale di Statistica, in accordo con i Cantoni ed i Comuni; con successivi aggiornamenti normativi viene sancita la necessità di rivedere le fondamenta costitutive del censimento, inteso non più come semplice censimento demografico, bensì alla stregua di una “rilevazione strutturale”, ossia “una rilevazione su grande scala, stratificata e multidisciplinare, che collega aspetti demografici, economici, sociali e culturali”; il dettato normativo impone l’obbligo di risposta ai soggetti 3 SISTAN, Programma Statistico Nazionale 2001-2003. 4 Rispettivamente: da Lire quattrocentomila a quattro milioni, da Lire un milione a dieci milioni.

Anteprima della Tesi di Tommaso Botto

Anteprima della tesi: Le relazioni pubbliche come funzione di census management: analisi comparativa di quindici esperienze censuarie, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Tommaso Botto Contatta »

Composta da 201 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6635 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.