Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I modelli produttivi territoriali dell'economia brasiliana

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

quando si verifica il maggiore ribasso negli indici d’importazione, anche e finalmente per ciò che riguarda i beni capitali. Attraverso questo modello, si vuole creare e proteggere un industria nazionale autonoma , limitando le importazioni a beni, il più spesso industriali e strumentali o altamente tecnologici, non producibili internamente. Tabella 1.1. Le importazioni come percentuale del fabbisogno, 1949/1966. 1949 1955 1960 1962 1965 1966 Beni Industriali 59,0 43,2 23,4 12,9 8,2 13,7 Beni Strumentali 25,9 17,9 11,9 8,9 6,3 6,8 Beni di Consumo 10,0 12,2 4,5 1,1 1,2 1,6 Fonte: Programa Estrategico de Desenvolvimento, 1968-70. Estudio Especial, Rio de Janeiro, Ministerio do Planejamento e Coordenação Geral, Janeiro 1969. Tornando al grafico precedente si può notare un’ altra flessione positiva sulla curva della produzione industriale - e, per estensione del PIL – per un periodo di tempo relativamente breve, tra il 1967 e il 1973. E’ l’epoca del cosiddetto “miracolo economico brasiliano”, quando la produzione dell’industria crebbe il 13,3% e il PIL, 11,9% in media per anno. Sono anni di grandi cambiamenti socio-economici per il Brasile. Il nuovo regime stabilitosi nel 1964 fa dello sviluppo industriale una questione centrale per l’economia e per il prestigio, notevole è la nuova importanza attribuita all’industria pesante, e notevoli diventano gli impegni assunti dallo stato nell’economia, nascono le grandi compagnie pubbliche e si aprono le porte alle multinazionali. La crescita continua per tutti gli anni ’70, seppur finanziata con grande indebitamento. Gli anni ’80 invece registrano un disimpegno che è totalmente atipico nella tendenza di crescita di lungo periodo. Tra il 1980 e il 1990 la produzione industriale è scesa del 2%, quando il PIL aumentava del 16,8% : cioè in

Anteprima della Tesi di Claudio Martinello

Anteprima della tesi: I modelli produttivi territoriali dell'economia brasiliana, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Claudio Martinello Contatta »

Composta da 143 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2106 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.