Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Maria Antonietta di Paolo Giacometti. Storia di una drammaturgia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 giugno 1830 Preg.mo Sig.re S.M. dovendo restituirsi nella sua capitale sul pomeriggio della prossima ventura settimana, la Nobile Direzione per le cose drammatiche invita perciò V.S. Stim.ma a sottoporle una nota di rappresentazioni, scelte fra le migliori e atte ad ottenere il Sovrano aggradimento durante il soggiorno che le L.L.M.M. saranno per fare in Torino. La Direzione, poi, non saprebbe abbastanza raccomandare al di lei zelo il maggior decoro delle scene, che negli ornamenti analoghi alle medesime: così detti attrezzi. Con maggior calore, poi, invita il Sig.re Conduttore Bazzi Gaetano alla più stretta e rigorosa osservanza degli abiti da parte degli attori e delle attrici, non permettendo loro, sotto qualunque pretesto, di comparire sulla scena rivestiti d’abiti non corrispondenti e adatti ai rispettivi personaggi e caratteri, esigendo in ciò la Direzione che venghi per parte degli attori scrupolosamente osservato il prescritto dal vigente regolamento a questo riguardo. Nel rendere pertanto V.S. Stim.ma risposale dell’osservanza di quanto sovra, l’accerta che, qualora fosse Ella per tale cosa, per incontrare ostacoli per parte degli attori, ciò che non si vuole supporre, la nobile Direzione interporrà in questo caso l’autorità sua onde far rientrare nei suoi doveri quegli attori ed attrici che fossero per allontanarsene. Nel rimanente la Direzione coglie la presente opportunità per riconfermare a V.S. i sentimenti della sua piena soddisfazione e gradimento per zelo… ecc. ecc. 1 La Compagnia Reale Sarda era stata istituita con un decreto regio nel 1820 2 e aveva cominciato la sua attività nel 1821. Nei primi nove anni di vita le lettere inviate dalla Direzione dei Teatri al conduttore della Compagnia erano state numerose, moltissime del genere di questa pubblicata qui per la prima volta. Il conduttore della Compagnia: Bazzi o i suoi successori Domenico e Francesco Righetti, non avevano in realtà alcun potere decisionale nella scelta degli attori, tanto meno in quella degli autori. Era infatti una compagnia al servizio del Re, che ricorda i nobili collegi torinesi, posti sotto la tutela della casa Savoia. A distanza di più di un secolo e mezzo, la Compagnia Reale può esercitare un fascino sullo studioso: i nomi prestigiosi degli attori che vi parteciparono, il numero di produzioni messe in scena, il fatto stesso che fosse finanziata e controllata dal governo, tutte queste cose tendono a mostrarci una sorta di paradiso, sia pure troppo tranquillo, tuttavia di un paradiso teatrale. Ma, a parte il fatto che dove è paradiso generalmente non v’è teatro, a ben guardare da vicino la vita

Anteprima della Tesi di Alberto Rizzo

Anteprima della tesi: Maria Antonietta di Paolo Giacometti. Storia di una drammaturgia, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Alberto Rizzo Contatta »

Composta da 191 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2251 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.