Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le economie di transizione nel passaggio da piano a mercato: il caso della Romania

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 Gi� a met� degli anni sessanta, questa fase era finita, ed erano necessari i correttivi che permettessero di migliorare la qualit� dei prodotti, e di sviluppare il settore dei servizi e dei consumi, lasciato sempre in secondo piano. Prima per� di affrontare questo aspetto, � necessario analizzare le forme principali di funzionamento del sistema, sia a livello macroeconomico, sia a livello microeconomico. Il funzionamento del sistema economico. La struttura politica in tutti gli stati comunisti europei era basata su un partito unico, il Partito Comunista, dove il principio direttivo della struttura interna era il centralismo democratico. Gli organi del partito si identificavano nello Stato e costituivano l�asse portante del sistema nella sua interezza. Pur cambiando le sfumature da uno Stato all�altro, tutti i partiti comunisti si rifacevano alla struttura dell�Unione Sovietica che era cos� suddivisa in ordine crescente di importanza: 1. Il Congresso 2. Il Comitato Centrale 3. L�Ufficio Politico 4. La Segreteria e il segretario generale. Il Congresso si riuniva almeno una volta ogni cinque anni. Il suo compito era quello di definire la linea del Partito in materia di politica interna ed estera e l�elezione del Comitato Centrale e della Commissione Centrale di Controllo. Il Comitato Centrale rappresentava l�organo dedito a dirigere l�attivit� di partito, con il compito di procedere al reclutamento e alla ripartizione dei quadri dirigenti, designare i comitati di redazione dei giornali e delle riviste di partito. Esso eleggeva l�Ufficio Politico. In Unione Sovietica, prima di Gobarchev, il CC era composto da 540 membri, diventati poi, con le riforme 430. Il CC era composto per il 35%-40% da segretari del partito nazionali, regionali e locali, per il 18% da ministri e presidenti di Comitati di Stato, e per il restante da esponenti di vari gruppi, professionali, intellettuali, ecc. L�Ufficio Politico, il Politburo in URSS, deteneva il potere decisionale, non solo del partito, ma dello Stato. Era composto da 15 membri a pieno titolo e da 6 membri supplenti senza diritto di voto. Il numero dei componenti era per� variabile.

Anteprima della Tesi di Andrea Loi

Anteprima della tesi: Le economie di transizione nel passaggio da piano a mercato: il caso della Romania, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Andrea Loi Contatta »

Composta da 127 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6307 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.