Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La regolamentazione del commercio dei prodotti agricoli nella Comunità Europea. Aspetti particolari in tema di carne bovina

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

demarcazione precitata si sposta a favore dell�armonizzazione. 2.3. Il divieto di imposizioni fiscali discriminatorie o protezionistiche per i prodotti importati Le norme relative all�abolizione dei dazi doganali e il divieto di applicare ai prodotti altri oneri pecuniari all�atto o comunque in ragione dell�attraversamento delle frontiere tra Paesi membri, vanno integrati con l�ulteriore divieto, sancito dall�art.90 del Trattato, di applicare tributi interni che siano discriminatori nei confronti dei prodotti importati 22 . Tale divieto di applicare ai prodotti importati tributi interni superiori a quelli applicati ai prodotti nazionali similari, nonch� il divieto di utilizzare le imposizioni interne per tutelare indirettamente determinate produzioni nazionali 23 svolge infatti una funzione 22 Si cita per maggior completezza il testo dell�articolo 90: �Nessuno Stato membro applica direttamente o indirettamente ai prodotti degli altri Stati membri imposizioni interne di qualsivoglia natura, superiori a quelle applicate direttamente o indirettamente ai prodotti nazionali similari. Inoltre, nessuno Stato membro applica ai prodotti degli altri Stati membri imposizioni interne intese a proteggere indirettamente altre produzioni�. Si veda inoltre l�art. III, n. 2, del GATT 1994. 23 L�espressione �imposizioni interne� di cui all�art.90 � stata definita dalla Corte nella sent.3 aprile 1968, Molkerei-Zentrale, causa n. 28/67, in Racc., p.208, come �il complesso dei tributi gravanti effettivamente e specificatamente sul prodotto nazionale, in ogni fase della produzione e della distribuzione, anteriore o concomitante all�importazione del prodotto da altri Stati membri�. Si pu� pertanto affermare che l�art.90 comprende qualsiasi onere fiscale gravante sul prodotto nazionale nel corso dei vari stadi della fabbricazione, commercializzazione, utilizzazione e consumo, a prescindere dalle tradizionali nozioni, peraltro difformi da Paese a Paese,di imposte dirette e imposte indirette. Sul divieto in parola si veda, tra gli altri, L. Maublanc-Freandez-J.P. Maublanc, L�interdiction des entraves de nature fiscale ou parafiscale � la libre circulation des marchandies, in Revue du March� Commun, 1995, p.383 ss.

Anteprima della Tesi di Alessandro Dell'oro

Anteprima della tesi: La regolamentazione del commercio dei prodotti agricoli nella Comunità Europea. Aspetti particolari in tema di carne bovina, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Alessandro Dell'oro Contatta »

Composta da 222 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2546 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.