Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione delle tariffe dei servizi idrici nell'ambito della riforma del settore (legge n. 36/94)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

EVOLUZIONE DELLE TARIFFE DEI SERVIZI IDRICI ANTONIO F. LAZZARIN 11 1.1.8 Le guerre per l’acqua Anche se oggi l’attenzione dei media è polarizzata sulle guerre per il petrolio, un’altra valida chiave di lettura dei principali conflitti geopolitici consiste nell’osservare la disponibilità della risorsa idrica. La dove l’acqua è elemento limitante sorgono inevitabilmente tensioni sociali e politiche. Vista la primaria importanza dell’acqua, sia come insostituibile sostegno all’esistenza che come bene strategico per tutti i settori dell’economia di un Paese, nel mondo sono scaturiti e sono tuttora in atto diverse guerre volte a garantire il controllo della risorsa idrica. Controllo che avviene principalmente attraverso la costruzione di dighe, opere che spesso, a causa del loro notevole impatto ambientale e sociale, generano a loro volta conflitti e tensioni a livello locale. Molti sono i casi in cui le poche risorse idriche di un territorio vengono spartite tra diverse popolazioni. Un esempio per tutti è il Giordano, fiume che rappresenta la principale fonte d’acqua dolce dell’area medio orientale e che è dal 1967 controllato da Israele. Da questa risorsa dipende la sopravvivenza della Palestina, nonché di Siria, Giordania e Libano. L’acqua del Nilo è spartita dalla diga di Assuan tra Egitto (55,5 miliardi di m 3 l’anno) e il Sudan (18,5 miliardi di m 3 l’anno). Il Tigri e l’Eufrate sono contesi tra la Siria, l’Iraq la Turchia. Quest’ultima ha in progetto diverse dighe che andranno a ridurre la portata dell’Eufrate in Siria del 37% e del Tigri in Iraq del 24%. Dal Mare d’Aral dipendono gli stati del Kazakistan e dell’Uzbekistan. Questo importante bacino ha perso tre quarti del suo volume in 20 anni. Il rischio della mancanza di acqua incombe su quasi 30 milioni di persone. Il Bramaputra, fiume che attraversa l’India, viene sottoposto a innumerevoli prelievi lungo il suo corso e giunge quasi in secca nel Bangladesh. La situazione in futuro non è destinata a migliorare. La costante diminuzione della disponibilità d’acqua e l’incremento della domanda porteranno a nuovi conflitti, peggiorando la situazione economica ed umanitaria la dove è già critica.

Anteprima della Tesi di Antonio Lazzarin

Anteprima della tesi: L'evoluzione delle tariffe dei servizi idrici nell'ambito della riforma del settore (legge n. 36/94), Pagina 8

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Antonio Lazzarin Contatta »

Composta da 88 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2175 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.