Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Diritti umani e politica estera irlandese nel secondo dopoguerra

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

19 Irlanda del Nord. 16 La “nascita” del paese viene identificata con il 1922, quando l'Irlanda ottiene l'indipendenza e sei delle nove contee della provincia dell'Ulster restano con il Regno Unito, con proprie istituzioni. La Repubblica d'Irlanda non accetta la separazione definitiva, inserendo come obiettivo nella propria Costituzione la riunificazione dell'isola. Il nuovo stato è basato, come dimostrano le esplicite dichiarazioni dei suoi governanti, sulla discriminazione politica e religiosa, ha un Parlamento e un Governo propri, competenti per gli affari interni. In più di un secolo di attività dell'Ordine d'Orange 17 le classi abbienti anglo- irlandesi unioniste di Belfast sono riuscite a legare a sé la classe operaia protestante sulla base del fanatismo religioso e di privilegi materiali che distinguono i Protestanti in quanto tali, dagli Irlandesi di religione cattolica. Le equazioni "Unione con l'Inghilterra = difesa della fede protestante" e "Irlanda indipendente = dominio del Papa di Roma" sono restate credibili fino ad oggi per la maggioranza dei Protestanti del Nord-Est (e certo il clericalismo cattolico sancito istituzionalmente dallo Stato Libero irlandese, che solo oggi comincia ad essere infranto, non li ha aiutati a cambiare posizione ). La discriminazione religiosa si manifesta negli impieghi (sia nelle industrie private sia nella pubblica amministrazione, senza riguardo per la qualifica e la specializzazione), nell’ assegnazione di case popolari e nei sussidi statali alle amministrazioni locali. 16 Dal 1922 al 2001. 17 Società segreta fondata nel 1794 dai presbiteriani dell’Ulster allo scopo di organizzare la lotta contro i possidenti cattolici e l’associazione degli “Irlandesi Uniti” e di difendere gli interessi locali contro il governo di Londra. Abbandonate le originali tendenze repubblicane, l’ordine si dedica alla difesa degli interessi protestanti, trovando anche larga diffusione in Gran Bretagna e, attorno alla prima metà del secolo, negli Stati Uniti.

Anteprima della Tesi di Monia Donati

Anteprima della tesi: Diritti umani e politica estera irlandese nel secondo dopoguerra, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Monia Donati Contatta »

Composta da 191 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1632 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.