Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicare l'immagine di eccellenza - Il caso Ferrari

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

sopra quella linea immaginaria che divide la comunicazione destinata ad un pubblico generale e “di massa” da quella comunicazione che utilizza mezzi che veicolano messaggi adatti a pubblici più specifici (comunicazione below the line). Cercheremo di capire a tal proposito perché la Ferrari, per i suoi scopi commerciali, non abbia mai utilizzato né la pubblicità, né il direct marketing, né la promozione vendite. Ribadiamo che è importante dire ora quali siano gli strumenti di comunicazione usati in genere dalle aziende, così poi potremo valutare come opera in tal senso la Ferrari. Nel processo di costruzione d’immagine un altro elemento fondamentale è l’insieme dei mezzi di comunicazione, che svolgono la funzione di intermediari tra aziende e pubblico. Il loro compito è quello di veicolare i messaggi che le aziende vogliono trasmettere all’esterno e all’interno del loro contesto. Quanto più alta è la percentuale dell’intero messaggio che si riesce a trasmettere integralmente, tanto più quel mezzo risulterà efficace. In genere lo strumento più efficace ed autorevole (ma anche più costoso) è la televisione. Molto usati sono anche la carta stampata, la radio, internet e le affissioni. Ognuno di questi mezzi ha finalità e tipologie di pubblico differenti. Ancora una volta l’azienda più attenta dovrà valutare bene quale di questi sarà più idoneo per certi tipi di messaggi. A volte il canale dei mass media può essere “scavalcato”, soprattutto quando l’azienda trova più conveniente attivare la comunicazione interpersonale, cioè quella che vede protagonisti dell’atto di trasmissione e ricezione dei messaggi degli addetti alle relazioni pubbliche dell’azienda e degli interlocutori strategicamente importanti (ad esempio un fornitore o un opinion leader). Verificheremo, nel corso della tesi, quale mezzo di comunicazione sia maggiormente utilizzato dalla Ferrari e quali siano i motivi e i livelli d’efficacia di ognuno di essi. Siamo arrivati, così, all’ultimo “anello” del processo di costruzione dell’immagine aziendale, ossia il pubblico. Questo può essere suddiviso in due tipologie, esterno ed interno all’azienda, anche se la linea di demarcazione tra le due a volte non è molto netto.

Anteprima della Tesi di Valerio De Luca

Anteprima della tesi: Comunicare l'immagine di eccellenza - Il caso Ferrari, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Valerio De Luca Contatta »

Composta da 294 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 19440 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 57 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.