Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La balanced scorecard come supporto alla pianificazione interattiva

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo I Una tal evoluzione ha avuto dirette conseguenze in termini di < dimensioni> da governare. Infatti, il nuovo contesto di riferimento appare caratterizzato da: 1) dinamiche competitive sempre più spinte e contraddistinte da un’esasperata variabilità delle caratteristiche tecniche e qualitative dei prodotti e dei servizi; 2) l’utilizzo delle nuove tecnologie informatiche nei processi di gestione e nei sistemi informativi aziendali; 3) la rilevanza della dimensione culturale e l’esigenza di favorire lo sviluppo di valori aziendali di carattere anche immateriale; 4) l’orientamento alla qualità, sia nelle filosofie gestionali sia nell’adozione di peculiari metodologie e strumenti di gestione; 5) il sorgere di un fenomeno di terziarizzazione dell’attività, sia a livello interno, in quanto aumenta la rilevanza delle attività non direttamente produttive, sia a livello esterno, in quanto si sviluppa la tendenza ad assegnare quote di attività a terze economie. Ne è derivata da parte delle aziende la necessità di riconsiderare le proprie logiche gestionali ed i propri strumenti informativo-contabili sulla base di una serie di nuovi presupposti. Per quanto riguarda le logiche gestionali, si vuole porre in evidenza la crescente importanza dei seguenti fattori: a) Orientamento alla dimensione orizzontale: mentre negli anni dello sviluppo industriale le aziende ottenevano un vantaggio competitivo tramite la specializzazione a livello delle singole funzioni, l’attuale contesto produttivo rende necessaria una forte integrazione tra i processi. Viene così a perdere di rilevanza la tradizionale concezione verticale dell’impresa a vantaggio di un’ottica di riferimento di tipo trasversale. Tramite un orientamento alla dimensione orizzontale, resa possibile soprattutto attraverso l’introduzione dei moderni sistemi informatici di trasmissione ed elaborazione dei dati, diviene possibile ottenere un migliore compromesso tra i benefici della specializzazione funzionale e

Anteprima della Tesi di Marilena Massera

Anteprima della tesi: La balanced scorecard come supporto alla pianificazione interattiva, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marilena Massera Contatta »

Composta da 375 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7837 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 88 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.