Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La balanced scorecard come supporto alla pianificazione interattiva

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il contesto di nascita e sviluppo della Balanced Scorecard quelli, in termini di velocità, efficienza e qualità, derivanti dall’integrazione tra i processi. b) Legami con i clienti ed i fornitori: nell’attuale contesto competitivo è necessario considerare tali rapporti non più in un’ottica conflittuale, volta a soddisfare un interesse di breve periodo, ma in un’ottica di collaborazione di lungo periodo. Per quanto riguarda i fornitori, è del tutto opportuno procedere ad una loro integrazione nel sistema aziendale secondo le logiche della comakership, intesa come rapporto fornitore-cliente evoluto, in quanto il fornitore deve essere considerato come un anello del sistema di produzione del valore dell’azienda. Per questo motivo deve essere coinvolto nei rischi e nelle opportunità potenziali del business del cliente con responsabilità specifica di coproduttore (comaker) 4 . Osservazioni simili possono essere svolte per i rapporti con i clienti, che devono essere quanto più possibile coinvolti nelle scelte aziendali nell’ottica della co- produzione del valore. c) Differenziazione dei prodotti e dei servizi offerti. Le aziende, infatti, devono soddisfare classi di bisogni sempre più elevate. Ciò comporta l’esigenza di fornire prodotti e servizi il più possibile personalizzati ad un costo competitivo. d) Scala globale dei mercati: le moderne tecnologie, soprattutto di carattere informatico, hanno reso sempre meno definiti i confini territoriali delle aree di transazione. Ne derivano mercati maggiormente turbolenti e, per molte aziende, l’esigenza di realizzare efficaci ed efficienti sistemi di produzione a carattere globale, che siano nel contempo in linea con le esigenze che emergono dall’analisi delle peculiari richieste di ogni mercato locale. e) Innovazione di processo e di prodotto: i cicli di vita del prodotto tendono a diminuire ed il tasso di obsolescenza è in costante aumento. La sfida 4 Tratto da: Giorgio Merli, Comakership – La nuova strategia per gli approvvigionamenti, ISEDI, 1990.

Anteprima della Tesi di Marilena Massera

Anteprima della tesi: La balanced scorecard come supporto alla pianificazione interattiva, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marilena Massera Contatta »

Composta da 375 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7837 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 88 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.