Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La traduzione del testo filmico: ''Die bleierne Zeit'' e la sua versione italiana a confronto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 Anche i traduttori, del resto, sono a loro volta vittime di condizionamenti: la loro autonomia traduttiva può essere drasticamente limitata dal fatto di dover rispondere del proprio operato ai ‘committenti’. Non solo. Ciò che ulteriormente limita e incanala in direzioni predefinite l’operato del traduttore è il concetto di “accettabilità” vigente in un dato momento storico all’interno di una data società: “Film translation, like all forms of translation, is a communicative process that takes place within a sociocultural context and it is ultimately the TL [target language] cultural community which decides whether a TF [target film] is acceptable as a translation in its sociocultural system.” 19 1.4. Lo spettatore inconsapevole L’indagine sulla qualità del doppiaggio dei film stranieri, pur prendendo le mosse da un livello meramente linguistico (nei termini di adeguatezza del testo tradotto all’originale), ha, come si è visto, notevoli implicazioni a livello sociale e culturale. Il prodotto doppiato, sia esso cinematografico o televisivo, si rivolge infatti ad un pubblico socialmente e quantitativamente onnicomprensivo. La portata del fenomeno rende un suo approfondimento critico auspicabile, soprattutto in considerazione dell’inconsapevolezza e dell’acriticità dello spettatore medio rispetto al prodotto audiovisivo in generale ed in particolare rispetto a quello doppiato. Tali considerazioni sono, da un lato frutto di riflessioni sulle abitudini culturali dell’individuo all’interno dell’attuale società di massa, dall’altro il risultato di indagini scientifiche sulla situazione psicofisica indotta nella mente umana dalla fruizione di un prodotto audiovisivo multimediale. 19 M. Ulrych, “Film Dubbing and the Translatabilty of Modes of Address: Power Relations and Social Distance in the French Lieutenant's Woman”, Traduzione multimediale per il cinema la televisione e la scena, a cura di C. Heiss, R.M. Bollettieri Bosinelli, Bologna: CLUEB, 1996, p. 140. (Trad.: La traduzione filmica, come tutte le forme di traduzione, è un processo comunicativo che ha luogo all’interno di un contesto socioculturale ed è in definitiva la comunità culturale della lingua d’arrivo a decidere se un film d’arrivo è accettabile come traduzione nel suo sistema socioculturale.)

Anteprima della Tesi di Isabella Amico Di meane

Anteprima della tesi: La traduzione del testo filmico: ''Die bleierne Zeit'' e la sua versione italiana a confronto, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Isabella Amico Di meane Contatta »

Composta da 191 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6678 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.