Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il trading on-line e la distribuzione degli strumenti finanziari attraverso il web: analisi delle variabili fondamentali per la realizzazione di un vantaggio competitivo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

III incrementare la propria offerta di servizi e strumenti finanziari. Il lavoro continua con la descrizione della modalità d’offerta degli strumenti finanziari più trattati via web. A conclusione del primo capitolo sono descritti, infatti, due esempi di strumenti finanziari attualmente più ricercati attraverso Internet: i mutui e le quote di fondi di investimento. Il capitolo successivo, invece, si occupa interamente del servizio di trading on-line, essendo il segmento in questione una delle aree di maggior successo dell’Internet Banking. Infatti, i risultati che vengono fuori dall’annuale rapporto sull’e-finance del KPMG riferito al 2002 evidenziano un crescita del numero di operazioni tramite trading on-line del 14% rispetto al primo trimestre del 2002. Secondo la rilevazione, nel periodo luglio-dicembre 2002 gli ordini eseguiti on-line sono stati circa 16 milioni. Il capitolo in questione parte con la descrizione dello sviluppo del servizio di trading on-line, continua con l’esposizione delle diverse fasi che ne compongono il meccanismo di funzionamento e con la suddivisione dei trader in base alle loro caratteristiche peculiari. Il tutto si conclude, dopo una breve descrizione dei principali broker italiani e con un accenno sugli ATS (Alternative Trading System) ovvero i nuovi circuiti che permettono agli investitori di effettuare direttamente gli ordini di negoziazione senza passare attraverso un operatore. Nel terzo capitolo si procede all’analisi delle variabili quantitative: i costi. In effetti, la gestione degli oneri che gli intermediari devono sostenere per organizzare un servizio di Trading on-line e di distribuzione tramite web è una delle variabili principali da utilizzare come leva strategica, al fine di contenere le spese, e quindi, aumentare gli introiti. In più vengono descritti i vantaggi derivanti dall’outsourcing dell’intero servizio on-line ovvero la possibilità di affidare a terzi la

Anteprima della Tesi di Francesco Forestiero

Anteprima della tesi: Il trading on-line e la distribuzione degli strumenti finanziari attraverso il web: analisi delle variabili fondamentali per la realizzazione di un vantaggio competitivo, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Francesco Forestiero Contatta »

Composta da 132 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4696 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.