Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Valutazione degli effetti economici dell'Imposta Regionale sulle Attività Produttive (Irap)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

salari. Questi vengono quindi tassati solo nella misura in cui trovano capienza nel valore aggiunto 7 . Imponibile è, pertanto, il valore aggiunto in quanto tale e, solo in via indiretta, la somma delle remunerazioni dei fattori produttivi. Se tale somma dovesse eccedere il valore aggiunto, la differenza non verrebbe tassata, in quanto non costituirebbe ricchezza nuova prodotta dall'impresa, che è l'oggetto della tassazione ai fini IRAP. Così, nel caso estremo in cui non vi fosse alcuna produzione di valore aggiunto, il soggetto passivo non sarebbe tenuto al pagamento dell'IRAP, pur avendo sostenuto costi per interessi e salari. Enti non commerciali, organi e amministrazioni dello Stato, enti locali. Per gli enti privati non commerciali che svolgono esclusivamente attività non commerciali, per gli organi e le amministrazioni dello Stato, per gli enti locali e per gli enti pubblici non commerciali, la base imponibile è costituita dall'ammontare delle retribuzioni spettanti al personale dipendente, dei redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente e dei compensi erogati per collaborazione coordinata e continua. Se gli enti pubblici o privati esercitano anche attività commerciali (in forma non prevalente), la relativa base imponibile è determinata separatamente secondo le disposizioni previste appunto per le attività commerciali, computando i costi promiscui per un importo corrispondente al rapporto tra l'ammontare complessivo di tutti i ricavi e l'ammontare dei proventi tassabili. In tal caso, la base imponibile relativa alle attività non commerciali non tiene conto dell'ammontare delle retribuzioni e dei compensi specificamente 7 LUPI, 1997a; pp. 1413-1415.

Anteprima della Tesi di Michele Delle Fave

Anteprima della tesi: Valutazione degli effetti economici dell'Imposta Regionale sulle Attività Produttive (Irap), Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Michele Delle Fave Contatta »

Composta da 139 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6344 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.