Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Canada: sistema federale e crisi di statualità

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

stallo, che ha compromesso irreparabilmente l’evoluzione costituzionale di questo paese. A partire dai primi anni ottanta, ci si è trovati di fronte ad un pressoché totale disinteresse del Québec rispetto a qualsiasi progetto federale. La provincia francofona ha cercato di porre in essere un percorso politico ed istituzionale assolutamente unilaterale, a prescindere dal resto della federazione; si farà riferimento, in particolare, al referendum provinciale del 1995. E’ in quell’anno, infatti, che i québechesi sono stati chiamati a pronunciarsi, per la seconda volta, sul futuro della propria provincia, ed in particolare, sulla separazione dal resto del paese. Protagonista principale di questa aperta sfida all’unità dello Stato canadese, è il Parti Québécois (PQ); tale formazione partitica, nata nel 1976 ed al potere nella provincia francofona quasi ininterrottamente fini ai giorni nostri, si è posta infatti come espressamente indipendentista. A questo riguardo, si prenderà in considerazione anche il primo referendum sulla “sovranità/associazione”, indetto nel 1980. A differenza della consultazione popolare del 1995, ad ogni modo, il quesito del 1980 era teso unicamente al ripristino del dialogo con il governo federale. Relativamente all’ultimo referendum, di contro, è stato necessario ampliare significativamente la nostra prospettiva di analisi, fino a considerare anche le possibili conseguenze estreme della contrapposizione all’interno della federazione. Nel quarto capitolo di questo testo, si farà ricorso ad un approccio che fa propri gli assunti della teoria della scelta razionale; in particolare, si assume che gli attori siano razionali e che essi tendano al raggiungimento di determinati obiettivi. Attraverso tale approccio, si cercherà di mettere a fuoco l’identità e la natura degli attori rilevanti (governo federale, governo québechese ed esecutivi delle provincie occidentali, complessivamente intesi), nonché le loro preferenze, o per meglio dire, l’ordine delle loro preferenze, in merito all’assetto federale canadese. Si considereranno, poi, gli eventi principali

Anteprima della Tesi di Federica Ottavi

Anteprima della tesi: Il Canada: sistema federale e crisi di statualità, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Federica Ottavi Contatta »

Composta da 207 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4547 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.