Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I vantaggi e i rischi dell'outsourcing: il global service di manutenzione in Solvay Chimica Italia SpA

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 utilizzare il know-how, l’esperienza e la creatività di nuovi fornitori ai quali non si ricorreva in passato». Ferruccio Mangioni e Francesca Maiotti 8 , in un articolo della rivista “L’Impresa”, scrivono: «l’outsourcing è un termine generico che può essere utilizzato per descrivere ogni attività di esternalizzazione, dai servizi più semplici ai processi a più alto valore aggiunto». Secondo Luca Dezi 9 l’outsourcing, insieme ad altri strumenti, è un mezzo efficace di governo della complessità. Tuttavia, volendo esprimere il concetto generale in forma sintetica, possiamo descrivere l’outsourcing come l’assegnazione ad organizzazioni esterne specializzate di attività o processi tradizionalmente interni all’azienda; in questo modo l’azienda può valorizzare le proprie competenze distintive concentrandosi sulle attività a maggior valore aggiunto; liberarsi di alcune funzioni per puntare su attività sulle quali può costruire il proprio vantaggio competitivo. Delegare a fornitori esterni la gestione di attività considerate non strategiche per l’impresa costituisce l’unica via concretamente praticabile per raggiungere l’obbiettivo di concentrarsi sul core business, obiettivo che oggi è imposto dai mercati. Negli Stati Uniti lo strumento manageriale dell’outsourcing si è sviluppato in seguito alla crisi economica degli anni ’80, quando le grandi industrie automobilistiche, divenute tali per lo sviluppo di aree complementari al core business, risolsero il problema del risanamento economico ricorrendo proprio all’outsourcing. Il principio alla base di una simile scelta era semplice: far fare ad altri ciò che fanno meglio di noi, riducendo i costi, migliorando la qualità dei beni o servizi intermedi e lasciando libere le risorse necessarie per svolgere l’attività principale dell’azienda. 8 Cfr. Mangioni Ferruccio, Maiotti Francesca ,“Sicurezza e controllo in un ambiente duttile”, op. cit. vedi nota n°1. 9 Cfr. Dezi Luca, “Dinamiche di convergenza imprenditoriale e settoriale: risorse immateriali, outsourcing, reti di impresa, cross-border”, Cedam Padova, 1996.

Anteprima della Tesi di Veronica Marroni

Anteprima della tesi: I vantaggi e i rischi dell'outsourcing: il global service di manutenzione in Solvay Chimica Italia SpA, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Veronica Marroni Contatta »

Composta da 226 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4511 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.