Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Trasporto aereo dopo l'11/09: evoluzione della domanda e principali effetti sulle compagnie di linea

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

diretta conseguenza dei cambiamenti politici, con tutte le conseguenze sulla stabilità e continuità direzionale delle imprese. Talvolta questo tipo di orientamento viene favorito dalla frequenza con cui alcuni governi, anche dopo il 1992, continuarono a finanziare le proprio compagnie di bandiera, anche per motivi di orgoglio nazionale , emblematico è per esempio il caso dell’Alitalia, andando platealmente contro alle tendenze della Commissione Europea verso la liberalizzazione del mercato. Nonostante questo però sino al 1995 tutto ciò è stato possibili, la concessione del permesso da parte di Bruxelles per le sovvenzioni statali era quasi di prassi, ma a metà degli anni 90 alcune compagnie , tra cui la British Airways protestano per questo regime di finanziamenti, in quanto di fatto contrasta con i principi della deregulation sanciti dall’ UE. Diventa quindi molto più difficile per i vari vettori accedere a finanziamenti pubblici, problema che tuttora continua a dare adito a diverse discussioni. Oltre a ciò in taluni Paesi non si può ancora parlare di una vera e propria liberalizzazione del mercato, soprattutto in quelli dove la gestione degli slots e affidata a una compagnia aerea, spesso ex compagnia di bandiera. Non bisogna dimenticare inoltre, come conseguenza diretta della deregulation, che negli anni ’90 aumenta anche il numero delle imprese che si inseriscono nel mercato aereo, soprattutto in seguito all’abolizione delle norme che vietavano a chiunque di possedere più del 51% di una compagnia aerea che non fosse del proprio Stato, e che molte delle imprese prima operavano solo su mercati nazionali iniziano anche a organizzare voli all’ estero, anche su rotte interne a Paesi stranieri. Su modello della Southwest Airlines americana tra il 1990 e il 1991 si ha la trasformazione di una compagnia , l’irlandese Ryanair, che proponendosi come prima compagnia low cost europea (con lo slogan low fares/no frills) , cerca di penetrare il mercato europeo . La Ryanair, nata nel 1985, rivoluziona il suo assetto tagliando subito

Anteprima della Tesi di Ilaria Molinelli

Anteprima della tesi: Trasporto aereo dopo l'11/09: evoluzione della domanda e principali effetti sulle compagnie di linea, Pagina 7

Diploma di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Ilaria Molinelli Contatta »

Composta da 113 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3496 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.