Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La critica della cultura in Friedrich Nietzsche

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

diversa da quella reale, ed al giudizio sull’azione attribuisce motivi diversi da quelli effettivamente operanti nella mente che giudica. Il nemico non è la realtà: è un idolo, un fantasma concettuale, e non c’è dunque bisogno di distruggerlo; non è un atto violento, quello che Nietzsche si accinge metaforicamente a compiere; “la sua arma è innocua, è un martelletto da accordatore con cui fa sentire che i suoi idoli suonano vuoti. Questa guerra si vince appunto dimostrando che l’avversario non c’è, che al suo posto c’è un’immagine vuota.” 16 La strategia di Nietzsche è molto sottile, giacché mira a far sì che anche il credente nell’idolo riconosca che l’idolo suona vuoto, e riconosca, ancor più, di averlo sempre saputo, giacché egli stesso ha nascosto dietro l’idolo una ben diversa realtà. 17 Più energicamente di qualsiasi altro pensatore, egli ha posto la fondamentale esigenza di una trattazione causale, psicologica e scientifico – naturale del fenomeno morale. 18 Egli è nato psicologo, la psicologia è la prima delle sue passioni: conoscenza e psicologia sono in fondo per lui un’unica passione. 16 Cfr. L. Alfieri e D. Corradini, op. cit., pp. 184 17 Cfr. L. Alfieri e D. Corradini, op. cit., pp. 184 - 185 18 Cfr. R. Reininger, Nietzsche e il senso della vita, Roma, Volpe, 1971, p. 126

Anteprima della Tesi di Lucia Fontanarosa

Anteprima della tesi: La critica della cultura in Friedrich Nietzsche, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Lucia Fontanarosa Contatta »

Composta da 166 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4923 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.