Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Telelavoro e pubblica amministrazione: opportunità e prospettive

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1.3. Il telelavoro e le sue forme Esclusi i problemi classificatori, rimane ancora da identificare per bene la figura. La prima caratteristica del telelavoro, come si è visto, è la delocalizzazione. Il lavoro può svolgersi in qualsiasi luogo, collocato topograficamente fuori dalla sede di lavoro, dove la prestazione sia tecnicamente possibile (rispettivamente, art. 2, lett. b; art. 5, comma 1). La delocalizzazione del posto di lavoro tramite le ICT non comporta solo un’inversione della tradizionale relazione di distanza nel lavoro- non è più il luogo di lavoro ad essere distante e che va raggiunto, ma sono i referenti del proprio lavoro (azienda, colleghi, clienti, utenti, etc) ad essere distanti e con i quali si può interagire in tempo di lavoro: il lavoro diviene più flessibile e rispondente alle esigenze individuali, organizzative, sociali. Dalle esperienze maturate, è possibile ricavare una tipologia delle forme di telelavoro che va dall’estremo delle soluzioni più consuete, basate sulla possibilità della comunicazione tra strutture di lavoro delocalizzate, a quello delle soluzioni più radicali, in cui è il posto di lavoro che subisce le maggiori trasformazioni rispetto agli ambiti, ai modi e alle tradizionali coordinate spazio-temporali. -Telelavoro a domicilio In questa tipologia di telelavoro, il lavoratore, sia se svolge attività dipendente (home based), sia autonomo (soho), utilizza strumenti e supporti in grado di consentire una piena ed efficace autonomia di lavoro (telefono, computer, fax, modem) svolgendo i suoi compiti da casa. L’interazione con l’ufficio può essere su base costante o saltuaria. L’attività del telelavoratore può attuarsi esclusivamente presso la sua abitazione o, periodicamente, presso la sede centrale dell’azienda di appartenenza o presso i clienti. - Telelavoro in centri satellite o di vicinanza

Anteprima della Tesi di Tania Cataldi

Anteprima della tesi: Telelavoro e pubblica amministrazione: opportunità e prospettive, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Tania Cataldi Contatta »

Composta da 115 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4314 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.