Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La soppressione dei conventi e dei monasteri nella Lombardia austriaca dai documenti del carteggio ufficiale (1763- 1790)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 L’ultimo “tassello” delle riforme riguardanti il clero fu rappresentato, infine, dal riassetto delle parrocchie per cui, nel 1787, si giungeva a predisporre un “Piano generale”. In questo decennio scomparivano le due personalità che, più di tutte, avevano “animato” il dibattito sulle soppressioni teresiano- giuseppine nelle loro corrispondenze: il conte Firmian (morto nel 1782) ed il Card. Pozzobonelli (morto nel 1783).

Anteprima della Tesi di Gianraimondo Farina

Anteprima della tesi: La soppressione dei conventi e dei monasteri nella Lombardia austriaca dai documenti del carteggio ufficiale (1763- 1790), Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Gianraimondo Farina Contatta »

Composta da 393 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3940 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.